Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 119.629.965
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/04/2021
Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 16 µg/mc
Lecco: v. Sora: 16 µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Martedì 06 aprile 2021 alle 16:55

Mandello, circonvenzione di incapace: in Aula i movimenti bancari di badante e assistita

Due testimoni in quarantena per Covid non hanno potuto presenziare all'udienza in programma stamani in tribunale a Lecco nell'ambito del processo penale che vede imputata una badante di 61 anni, chiamata a rispondere dell'accusa di circonvenzione di incapace nei confronti di una anziana signora mandellese per la quale lavorava. E così la mattinata è stata riempita unicamente dalla testimonianza dell'appuntato Stefano Guglieri, all'epoca dei fatti in servizio presso il nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Lecco.
L'esponente delle Fiamme Gialle ha spiegato di aver operato insieme ai colleghi su delega dell'allora sostituto procuratore Cinzia Citterio, titolare del fascicolo d'indagine a carico della badante. Secondo la tesi della pubblica accusa infatti - anche quest’oggi rappresentata dal Vpo Mattia Mascaro- la donna, di nazionalità italiana, avrebbe incassato nel periodo ricompreso tra il 2016 e il 2017 assegni per un totale complessivo di 80mila euro e sarebbe diventata beneficiaria di una polizza vita dal valore di 320mila euro, nonché avrebbe prelevato dal conto corrente della sua assistita circa 50mila euro. Una somma ingente, frutto della generosità dell'anziana o in qualche modo a quest'ultima ''estorta'' facendo leva sulla sua buona fede? E' questo che dovrà stabilire il procedimento penale, accertando eventuali profili di responsabilità penale nei confronti della 61enne.
L'appuntato Guglieri ha effettivamente confermato la presenza di tre assegni depositati su uno dei conti correnti bancari dell'anziana quale provvista per il fondo di investimenti con beneficiaria la propria collaboratrice domestica, la quale non percepiva uno stipendio fisso ma veniva pagata con versamenti sulla carta di debito a lei intestata. Emersi numerosi prelievi di denaro dal conto dell'anziana, così come il pagamento da parte di quest'ultima di un'autovettura Mini intestata alla badante ma di fatto utilizzata da suo figlio.
Dall'analisi dei movimenti bancari e delle abitudini dell'imputata era emersa altresì la sua passione per il gioco, in particolare per il lotto, con esborsi di denaro fuori dall'ordinario e non in linea con la sua apparente capacità economica. La 61enne infatti, al di là delle elargizioni della propria assistita, risultava non avere un reddito fisso.
Chiusa la deposizione del finanziere, il giudice Giulia Barazzetta ha aggiornato l'udienza al prossimo 10 maggio per la deposizione dello psichiatra dr.Giuseppe Giunta e l'esame dell'imputata. Poi sarà la volta dei testi della difesa, rappresentata dall'avvocato Roberto Bardoni.
La presunta parte lesa invece, aveva già testimoniato nelle scorse settimane, ritrattando di fatto la denuncia sporta ai carabinieri nei confronti della sua collaboratrice. In quell'occasione la mandellese aveva difeso ''a spada tratta'' la badante, riferendo del rapporto idilliaco che le due avevano allacciato e della decisione di nominarla sua erede proprio in virtù di questa profonda amicizia che la legava anche al defunto marito. Nel procedimento si è costituita parte civile l'avvocato Gloria Agostini per conto dell'amministratore di sostegno dell'anziana.
Articoli correlati:
23.03.2021 - Mandello: altri testimoni nel processo alla badante che avrebbe ''circuito'' un'anziana
06.10.2020 - Mandello: badante a processo per circonvenzione di incapace. La sua assistita 'la assolve'
G.C.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco