Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 158.947.262
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 16 aprile 2021 alle 15:47

Olginate-Valgreghentino: Aido corre verso nuovi progetti, 'il Covid non può fermarci'

La presidente Ramona Scarpino
Nonostante le difficoltà del periodo è sempre "attivo e vivace" il Gruppo AIDO di Olginate e Valgreghentino, riunitosi nella serata di ieri "a distanza" per la propria assemblea ordinaria che ha visto, tra le altre cose, l'approvazione della consueta relazione finanziaria.
"Il nostro impegno continua, per quanto possibile, ed è bello constatare che le idee per diffondere il nostro messaggio di solidarietà non mancano mai" ha commentato il consigliere Antonio Sartor, nominato presidente dell'assemblea dalla "numero uno" del sodalizio Ramona Scarpino. "Per ovvie ragioni - ha illustrato quest'ultima - nel 2020 molte attività non hanno potuto svolgersi. Nonostante tutto, però, a maggio siamo riusciti a incontrare via Zoom gli alunni di quinta della Primaria di Valgreghentino e a donare un monitor a ciascuno dei due Comuni, da utilizzare per la diffusione di notizie riguardanti la nostra associazione ma anche altre realtà territoriali: a settembre, poi, abbiamo inaugurato il nuovo Monumento di AIDO e AVIS a Villa San Carlo e abbiamo allestito alcuni banchetti informativi nei due paesi".
Un'iniziativa, questa, che il Gruppo conta di poter replicare quanto prima anche in questo 2021, se le norme anti Covid in vigore lo consentiranno. "Naturalmente abbiamo rinnovato la nostra disponibilità a intervenire nelle scuole, in presenza o da remoto, per testimoniare ai più piccoli l'importanza della donazione degli organi" ha proseguito Ramona Scarpino. "Vorremmo inoltre coinvolgere gli stessi alunni in un nuovo progetto culturale, con cui puntiamo a raccogliere una serie di immagini storiche di Olginate e Valgreghentino da proiettare sui monitor citati: è un'idea semplice ma interessante, che porterebbe su di sè il "marchio" AIDO aiutandoci a diffondere ulteriormente la nostra "mission". Oltre a ciò, ci stiamo muovendo per far pubblicare alcuni nostri materiali informativi - anche sul tema salute e prevenzione - sui siti istituzionali dei due Comuni".
Prosegue regolarmente, infine, l'iniziativa che consente ai cittadini di esprimere tramite l'Anagrafe, al momento del rinnovo della carta d'identità, il proprio eventuale consenso al prelievo degli organi: 885, dal 2015 ad oggi, i "sì" dichiarati a Olginate, contro 455 "no"; a Valgreghentino, invece, dal 2017 sono state 393 le persone favorevoli, su un totale di 511.
"Sono dati positivi, che ci spingono però a intensificare ulteriormente il nostro impegno" hanno concluso Antonio Sartor e Ramona Scarpino. "Sono più di 8.300 gli italiani in lista d'attesa per un organo, con la speranza di continuare a vivere: l'emergenza Covid non deve farci dimenticare di loro".
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco