Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 137.391.608
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 20 aprile 2021 alle 18:10

Dimostrare e Mostrare (Hack4Opportunism)

Cara Leccoonline

Non ho la minima intenzione di alimentare il gioco del ping pong sulla questione Hack4tourism e Hack4Opportunism, sebbene resto a disposizione per 1000 partite, compresa questa, se serve a non ingannare il lettore.

Rispondo quindi alla replica
https://www.leccoonline.com/articolo.php?idd=60107
di Michele Zanesi di Ambientalmente alla mia lettera
https://www.leccoonline.com/articolo.php?idd=60101
perché è andato fuori tema. Volutamente.

La sua mi pare una difesa un po' deboluccia.
Addirittura ci dice che tutti i 5 componenti del team e non solo 3 che han partecipato al concorso son di Ambientalmente.

Lo stesso partito che è "organizzatore" tramite il Comune e che esprime Assessora e presidente di giuria etc come evidenziato nella mia lettera.

Zanesi la butta in caciara e prova a distratte. Nessuno ha parlato di imbrogli ma di etica, sensibilità, opportunità, misura.
Di chi partecipa ancor prima di chi organizza.

Io ho riportato fatti e verità, una fotografia incontrovertibile, ahiloro.

Non è poi vero, a differenza di quanto dice per difendersi Zanesi che nessuno di loro ricopre ruoli di responsabilità.
Basta ricordare che la coordinatrice del Progetto, Eleonora Collenberg, è dal 22 dicembre scorso responsabile del gruppo giovani (Bagai) di Ambientalmente.
E Zanesi stesso è stato portavoce elettorale

Io quindi non voglio dimostrare nulla a me basta mostrare.

Diciamo quindi che, a mio avviso, il conflitto di interessi pare quantomeno non esente nella sua accezione teorica.

Nessuno vietava di partecipare al concorso, le regole sono state rispettate. Potrei dire, ma non lo dico, che se il regolamento contribuisce a scriverlo il proprio partito potresti non trovare scritto che non puoi partecipare.
Eppure funziona così normalmente anche nei concorsi ordinari: "si fa divieto di partecipazione a dipendenti e famigliari"

È sempre e semplicemente una questione di sensibilità, di educazione, etica, opportunità, misura che non possono valere solo per gli avversari.

Il progetto poi lo posso realizzare lo stesso, se ci credo ed è valido e serve al turismo.
O mi si vuol dire che deve darmi i soldi il Comune, lo stesso dove c'è il mio partito a decidere?

Io non voglio dimostrare nulla a me basta mostrare
Paolo Trezzi
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco