Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 137.123.178
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 23 aprile 2021 alle 18:28

Due evasioni in 2 mesi: pena lieve, eliminata la 'resistenza'

Ha assistito al proprio processo in videoconferenza, dalla casa circondariale di Como, dove si trova adesso, dopo l'ennesima evasione.
Infatti N.M.K.F.M., classe 1994, ha fatto parlare di sé negli ultimi mesi per le sue continue fughe dalla casa del padre a La Valletta Brianza, dove si trovava agli arresti domiciliari (in attesa di giudizio davanti al Tribunale di Milano per una tentata rapina impropria). L'ultimo episodio è avvenuto solo qualche giorno fa, spingendo il giudice ad applicarle la misura più afflittiva della custodia cautelare in carcere.
Quest'oggi la giovane donna si trovava virtualmente in Aula per rispondere dei fatti avvenuti l'1 febbraio e l'1 aprile scorso: la prima volta era stata trovata dalla polizia locale in una casa abusivamente occupata ad Abbadia insieme al fidanzato; due mesi più tardi è finita nuovamente in manette quando gli agenti della Polizia di Stato sono intervenuti per una furiosa lite proprio con il compagno, entrambi annebbiati dai fumi dell'alcool, presso l'Ostello della solidarietà di Maggianico.
Il legale difensore della 27enne peruviana, Massimo Rotatori del foro di Milano, ha optato per il rito abbreviato, chiedendo per la propria assistita il minimo della pena applicabile e tutti i benefici concedibili per legge. 2 anni di reclusione la richiesta di condanna avanzata dal Vpo Mattia Mascaro.
Il giudice ha deciso di derubricare il reato di resistenza a pubblico ufficiale, che veniva contestato all'imputata per i fatti del 1 aprile e di comminarle dunque per le sole evasioni una pena finale di 4 mesi di reclusione.
F.F.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco