• Sei il visitatore n° 190.380.404
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 25 aprile 2021 alle 13:38

Malgrate, 25 Aprile: i valori dei padri fondatori siano esempio

È stata una cerimonia decisamente ristretta quella che si è tenuta a Malgrate nella mattinata di oggi, domenica 25 aprile, per la festa della Liberazione. Gli alpini, la polizia locale, il parroco don Andrea Lotterio e il sindaco Flavio Polano si sono riuniti sul sagrato della chiesa di san Leonardo, dopo la messa delle 10:30, posando una corona sul monumento ai caduti; unico pubblico alcuni fedeli che hanno partecipato al rito e si sono fermati per onorare la festività.

Il motivo sono ovviamente le restrizioni dovute al covid, come ha spiegato il sindaco: “per il secondo anno consecutivo un abbraccio ideale a tutti voi, non potendo ritrovarci insieme davanti al monumento che ricorda i caduti di tutte le guerre, in occasione del 76 anniversario del XXV aprile”.

Poche ma sentite le parole dedicate alla ricorrenza: “ogni anno commemoriamo questa data ribadendo i valori di riferimento dei Padri Fondatori della Repubblica:  la voglia e il desiderio di libertà, la democrazia, la giustizia, la dignità della persona, la solidarietà fattiva, il mantenimento della pace, l’apertura al futuro. Osservando le divisioni della società attuale, mai come in questo momento storico quei valori devono rappresentare il faro che ci illumina e ci guida e, seppur in mezzo a contrapposti ma legittimi interessi dobbiamo rimanere coesi ed uniti. Lasciamo da parte ciò che ci divide e lavoriamo insieme per dare un futuro certo al nostro Paese. La democrazia va quotidianamente difesa e alimentata, non interessa solo chi ci governa ma è un dovere individuale di ciascuno di noi”.

L’invito, ha sottolineato il sindaco, è di fare fronte comune per dare un futuro al paese, difendendo la democrazia ogni giorno come un dovere individuale, da non delegare solo ai governanti. Un ricordo è andato anche alla memoria dei concittadini scomparsi durante questo anno difficile, e la cerimonia si è conclusa sulle note dell’inno nazionale dopo l’alzabandiera.
E.T.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco