Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 120.995.635
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 06/05/2021
Merate: 22 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 13 µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Sabato 01 maggio 2021 alle 15:46

Malgrate: impegnati altri 32.000 euro per la 'digitalizzazione' del Comune

Il consiglio comunale di Malgrate, nella seduta di giovedì 29 aprile, con 9 voti favorevoli e 4 astenuti ha approvato una variazione di bilancio che, come spesa principale, destina 32mila euro alla digitalizzazione del Comune.
“Abbiamo maggiori entrate correnti per un totale di 15mila euro, suddivise in 3 voci tutte di contributi da parte dello Stato” ha spiegato l’assessore al Bilancio, Elisa Corti. “11mila euro di contributo per fondo Covid, altri 1700 e 2400 euro a copertura dei minori introiti Tosap e IMU”.
Queste entrate correnti vengono utilizzate per coprire parte dei 45mila euro di maggiori spese correnti. Qui dentro si trovano alcune voci minori, come 3mila euro per la manutenzione ordinaria dell’edificio comunale, 500 euro per il centro polifunzionale e altri 500 euro per la manutenzione ordinaria del cimitero, 2500 euro per la manutenzione ordinaria lungolago, 3mila euro per l’affidamento della gestione del bagno autopulente, 1000 euro per il rimborso di quote delle concessioni cimiteriali, 300 euro per le spese di tiro a segno della Polizia Locale, 2mila euro per la segnaletica stradale.
Come anticipavamo, la voce di spesa corrente principale sono 32mila euro destinati all’informatica, coperta con parte del “fondone” di trasferimenti statali per il Covid. “Già l’anno scorso abbiamo fatto investimenti su informatica che ci hanno visto utilizzare risorse per il lavoro da remoto. Questa spesa invece è destinata per gran parte ai cittadini: 10mila euro per lo sportello telematico per il cittadino, così che possa entrare nel sito del comune e usare servizi senza dover accedere al palazzo municipale, poi 2500 euro per l’acquisto del nuovo sistema timbrature presenze, 1000 euro per l’attivazione della firma digitale, 3mila euro per il servizio di prenotazione degli appuntamenti online per i cittadini, 9mila euro per l’acquisto di software gestionali per integrare il sistema PagoPA ad uso dei cittadini, 7mila euro per l’aggiornamento dell’inventario” ha precisato l’assessore Corti.
Tuttavia, abbiamo visto, per la parte corrente le maggiori spese sono di 45mila euro, le maggiori entrate di 15mila euro. Mancano quindi 30mila euro. Questi sono coperti con l’utilizzo di 30mila euro in conto capitale dall’avanzo di amministrazione. Sempre per quanto riguarda il conto capitale, ci sono due voci di entrate da parte di Regione Lombardia: un contributo straordinario di 15mila euro vincolati alla manutenzione straordinaria degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e 13mila euro relativi al nubifragio del 2018. Le spese in conto capitale invece sono 4mila euro di investimento sul centro sportivo del Rio Torto, 2500 euro per la manutenzione straordinaria dell’impianto di illuminazione pubblica, 2mila euro per la barca Lucia, 5mila euro per la sostituzione della panchina danneggiata sul sagrato della chiesa. Complessivamente si hanno quindi 28mila euro di maggiori spese di investimento a fronte di 58 mila euro di entrate in conto capitale. I 30mila di differenza vengono appunto utilizzati per coprire le spese correnti.
Mi.C.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco