Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 121.003.102
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 06/05/2021
Merate: 22 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 13 µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Lunedì 03 maggio 2021 alle 12:59

BMX: il Team Bicimania Garlate al Circuito Europeo, tutti i risultati

I più "scatenati" rider continentali della BMX Race si sono incontrati questo weekend a Verona per il tradizionale doppio appuntamento che "apre le danze" del Circuito Europeo. Purtroppo il maltempo ha guastato la festa ai più grandi - categorie Junior ed Elite - che non hanno potuto concludere la gara né sabato né domenica per la forte pioggia caduta. Nonostante le severe regole anti contagio, i partecipanti non sono stati numerosi come nell’era pre-covid, e soprattutto nelle categorie “challenge” è parzialmente mancata la presenza di rider stranieri, soprattutto quelli provenienti da Francia ed Inghilterra, anche se il livello della competizione si è dimostrato molto alto.
Il Team Bicimania Garlate ha preso parte alla prima giornata con una squadra di 22 atleti, alla seconda con 19. Marco Radaelli, categoria Junior, era iscritto con la squadra della Nazionale Italiana. Tutti i ragazzi hanno corso al meglio delle loro possibilità, ma i più meritevoli sono stati Martino Caslini (11 anni) e Tommaso Bravi (10), entrambi in finale, entrambi al settimo posto sabato e al quarto domenica. Se per Tommaso non è una novità arrivare al termine di una gara internazionale, per Martino si è trattato della prima volta: risultato il migliore dell'intero Team, si è meritato l'applauso di tutto il gruppo per la sua tenacia e volontà.



Da precisare che la suddivisione delle categorie per le competizioni estere è diversa rispetto a quella italiana. In particolare, possono correre rider dai 7 anni in su e fino ai 14 divisi per età, mentre quelli di 15 vanno assieme a quelli di 16. Nella categoria 9 anni, sabato erano presenti Francesco Caslini e Sebastiano Canziani che hanno disputato le manche di qualificazione. Domenica, assente il secondo, il piccolo Francesco per poco non è riuscito a raggiungere le semifinali: un ottimo risultato per un “peso piuma” come lui, al cospetto di bambini stranieri anche una spanna più alti.
Fra i "boys 10 years" Gabriele Borelli ha raggiunto i quarti sabato (settimo), mentre domenica si è dovuto accontentare delle manche. Stessa sorte per Matteo Raccagni, quinto ai quarti. Bella prova per Tommaso Lanza che ha colto la semi in entrambe le giornate, chiuse al settimo e ottavo posto. Infine Tommaso Bravi, come detto, ha raggiunto la finale: sabato una partenza non fulminea ne ha compromesso subito la gara, domenica ha condotto per metà circuito al terzo posto, ma poi è stato superato in curva da uno svizzero.
Questi, invece, i risultati degli undicenni: Pietro Alberton e Simone Bonacina, presenti sabato, hanno corso le manche di qualificazione, al pari di Giacomo Zangani che è sceso in pista anche il giorno seguente. Buona la prova di Aronne Tami che inizialmente ha sfiorato la finale, mentre domenica purtroppo si è fermato alle manche a causa di una caduta. Martino Caslini si è subito dimostrato a suo agio sul percorso e sabato ha conquistato con grinta la qualificazione alla finale che ha chiuso settimo. Domenica, dopo uno scivolone in terza manche, è riuscito a superare la semi nonostante una posizione poco favorevole al cancello di partenza e in finale si è dimostrato più sicuro dei propri mezzi raggiungendo un ottimo quarto posto.
I dodicenni erano rappresentati da Alex Gilardi e Davide Cattaneo. Risultati quasi in fotocopia per entrambi: sabato Davide ha concluso quinto il suo quarto di finale, mentre Alex è arrivato settimo. Domenica hanno disputato le fasi di qualificazione, in cui Cattaneo è uscito di scena anzitempo per una caduta. Uno solo il tredicenne in gara, Daniele Biffi, che ha disputato le manche.


Martino Caslini e Tommaso Bravi

Più nutrita la rappresentativa dei quattordicenni, quattro sabato, tre domenica. Giacomo Lepratti ha corso solo il primo giorno, dimostrandosi convincente nelle manche e arrivando sesto ai quarti di finale, raggiunti anche da Leonardo Scarpa, Emanuele Basso e Matteo Bravi. Gli ultimi due lo hanno fatto anche domenica, con Matteo che può "mangiarsi le mani" per aver gettato al vento la qualificazione alla semifinale negli ultimi metri del tracciato.
Nella categoria 15/16 anni i tre rider garlatesi hanno purtroppo dovuto disputare solo le prime manche in entrambe le giornate. Simone Carenini, che domenica è sembrato più in forma di sabato, è incappato in un contatto che lo ha condizionato. Iacopo Spreafico, al rientro dopo un’assenza di un mese e mezzo dalle gare, si è battuto al massimo delle sue possibilità con ragazzi più grandi di lui. Consistenti progressi per Giovanni Caslini che ha chiuso il gap che lo separava da molti altri rider, ma ha dovuto accontentarsi delle manche. Infine una nota per Marco Radaelli. La sua categoria è stata penalizzata dal maltempo ed entrambe le gare sono state annullate in corso d'opera: sabato ha disputato solo le manche qualificandosi per gli ottavi (poi sospesi), superati anche domenica prima che venissero "fermati" per maltempo.
Archiviato l’Europeo, Bicimania Garlate tornerà in pista per gli allenamenti. Il prossimo appuntamento di gara è per il 15 e 16 maggio a Besnate per il circuito italiano.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco