Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 137.396.563
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 11 maggio 2021 alle 14:47

Un altro mercato al centro

Cara Leccoonline
Più che rimettere il mercato in centro non è meglio che al centro ci sia un altro mercato?
Ossia: più che spostare il mercato ormai più di cianfrusaglie, chincaglierie e cinesate non è meglio la nascita di un Mercato contadino e dei mestieri?
Anche, eventualmente, in itinere nei quartieri?
Ne beneficerebbero i cittadini, i negozianti fissi, il turismo e la vivibilità della Città.
La nostra provincia​ ha infatti tanti prodotti di qualità a “chilometro zero” in vetrina.​ Prodotti in pochi chilometri con risparmi, ambientali e economici, notevoli.
Perché non promuovere un percorso che ha qualità, genuinità, tipicità e convenienza come parole d'ordine?
Ortaggi, frutta, formaggi, marmellate, fiori, salumi, pesci, vini,​ miele, dolci, carni e molte altre cibarie e lavorati provenienti da coltivatori e aziende agricole locali, anche da degustare sul posto o asporto e, perché no, ove possibile con la sinergia dei ristoranti locali?
Quella dei “chilometri zero”, (produzione, alimenti, servizi, negozi, assistenza, mobilità...) può essere una priorità amministrativa.
Con il coinvolgimento diretto delle organizzazioni professionali agricole, dei commercianti ambulanti, e degli altri esercizi pubblici.
I cittadini possono​ acquistare molti prodotti di eccellente qualità a prezzi convenienti​ e i produttori locali possono essere adeguatamente valorizzati.​
Con una coda aggiuntiva, ove possibile, di altro sviluppo: quella di creare un portale di vendita online per far conoscere il nostro territorio attraverso i prodotti e viceversa.
Davvero è un valore aggiunto portare in centro 60 o più bancarelle di mutande, cianfrusaglie e il tutto a 1euro?
Paolo Trezzi
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco