Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 125.173.673
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/06/2021
Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 25 µg/mc
Lecco: v. Sora: 22 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Venerdì 14 maggio 2021 alle 12:14

Bellano: i lavoratori ASST in sciopero. Le RSU soddisfatte



Anche i lavoratori dell'Umberto I di Bellano questa mattina hanno scioperato per due ore a difesa della sanità pubblica. In concomitanza con i colleghi del Manzoni di Lecco e del Mandic di Merate, assieme alle sigle sindacali e alle RSU hanno ribadito le loro preoccupazioni per lo stato in cui versa il sistema sanitario, sempre più depauperato di risorse e servizi, in crisi di organico e con personale ormai allo stremo.




“Oggi abbiamo scioperato 2 ore per la difesa della sanità pubblica e per difendere i servizi per i cittadini: attendiamo una risposta risoluta e concreta dalle istituzioni locali regionali e nazionali” ha commentato Ercole Castelnovo, RSU Asst Lecco “La politica non può voltarsi e girare la testa di fronte al bisogni e alla domanda di investimenti soprattutto in assunzioni di medici e operatori sanitari. Ringraziamo chi ha partecipato: i lavoratori, i sindaci, i partiti che hanno aderito, le Rsu della nostra famiglia, l'associazioni Italia Cuba."






"Siamo convinti e determinati che sia giunto il momento di aprire un tavolo territoriali con tutti gli attori e le istituzioni: Regione, Sindaci, Sindacati, RSU per preparare un piano straordinario sulla sanità pubblica nella nostra provincia che risponda al potenziamento dei servizi territoriali e con nuovi investimenti sui presidi. L'ottima partecipazione dei lavoratori e di alcuni sindaci ci pare un buon auspicio per aprire una fase di rilancio dei nostri presidi ospedalieri e territoriali contro le politiche di privatizzazione e di esternalizzazione in atto”.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco