Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 158.950.448
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 18 maggio 2021 alle 09:02

Pianezzo: la SEV grazie ai volontari riapre il rifugio. Norme rispettate, si attende il 'pienone'

Ha riaperto nella giornata di sabato 15 maggio il rifugio di Pianezzo della Società Escursionisti Valmadreresi, la S.E.V.. "Seppur parzialmente e gradualmente, stiamo provando a ripartire grazie alla disponibilità dei nostri volontari", ha commentato il presidente dell'associazione di appassionati di trekking e di montagna, Ivan Anghileri, che fa un bilancio del primo fine settimana di ripresa dell'attività, ferma ormai da ottobre quando l'inizio della seconda ondata aveva reso "ingestibile" la situazione. "Non c'è stato il pienone, complice anche il maltempo. E' andato tutto molto bene, però, e la normativa anti-Covid è stata rispettata senza alcun problema. Probabilmente questo fine settimana ci sarà molta più gente".

La cassa d'accesso alla struttura

L'ingresso è stato consentito a un numero massimo di cinque persone alla volta per l'ordine e il ritiro delle consumazioni, rispettando tutte le norme anticontagio in vigore e indossando la mascherina. Una cinquantina i volontari attivi nel weekend, divisi su cinque turni. "Attendiamo di poter tornare a mangiare al chiuso, seguendo le indicazioni anche di Assorifugi, probabilmente dal 1° giugno. In questo momento, infatti, i nostri ospiti possono consumare il cibo solo sulla terrazza o nel grande prato di Pianezzo, proprio come a luglio dell'anno scorso, durante la prima riapertura. Prossimamente, con lo spostamento del coprifuoco alle 23 e l'aumento delle vaccinazioni anche tra i volontari saremo più tranquilli. In questo periodo, però, saremo aperti solo nel weekend e per il momento senza possibilità di pernottamento. La stagione di apertura del mercoledì è sospesa", ricorda Anghileri. "Durante l'apertura saranno a vostra disposizione l'asporto con consumo all'esterno del servizio bar, di panini imbottiti con salumi, formaggio o salamella, taglieri di salumi e formaggi, patatine fritte e fette di torta". In funzione anche i servizi igienici all'interno della struttura. "Confidiamo nella fattiva collaborazione e nel buon senso di tutti: è necessario ricordare di usare l'igienizzante per le mani e di rispettare il proprio turno e il distanziamento sociale, nonché, quando si arriva accaldati, di fermarsi un attimo fuori, prima di entrare, nel rispetto degli altri".

Una grande emozione, per tutti i volontari, riprendere l'attività di ristoro: "C'è forse un po' di paura, ma piano piano ritorneremo alla normalità, rispettando le indicazioni che ci vengono date dal Governo. È soprattutto grazie ai volontari però che questa ripresa è stata possibile: in tanti ci hanno chiesto di "ritornare", scrivendoci e chiamandoci, l'attesa era tanta, ma bisogna rispettare i tempi e le necessità di tutti. E' stato un periodo difficile - ha concluso Anghileri - espressione di un sentire comune della varie associazioni, ma speriamo si possa presto riprendere normalmente".
La S.E.V. ha inoltre riaperto la sede, il martedì e il venerdì, dalle 20 alle 21:30.
M.C.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco