Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 158.976.795
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 31 maggio 2021 alle 08:59

Valmadrera: nella baia di Parè sfida tra otto squadre di velisti

Sognando Luna Rossa e gli spettacolari match race di Coppa America, otto squadre ciascuna composta da quattro piccoli velisti hanno dato vita questo weekend a un avvincente match race a squadre (Team Race) nelle acque antistanti la baia di Parè a Valmadrera, nel corso della Selezione Zonale a squadre riservata alla classe Optimist, organizzata dal Circolo Velico Tivano (Cvt) di Valmadrera e valida per l’ammissione al Campionato italiano a squadre. Selezione che ha visto la partecipazione di equipe provenienti da quattro circoli velici del Lario: oltre al Cvt con la propria squadra composta da Caterina Castelli, Alessandro Verani, Giacomo Anghileri, Ludovica Pagliari e Lorenzo Zerbini (ogni squadra poteva avere una riserva), l’Aval di Gravedona e la Lega navale di Mandello del Lario entrambi con tre squadre ciascuno, infine Marvelia di Dongo con una squadra.




Bravissimi i giovanissimi velisti della squadra 1 dell’Aval di Gravedona, composta da Pietro Cunegatti, Emma Alice De Bernardi, Anna Chiara Merlo, Martina Corno e Rachele Balestreri, che al termine delle 28 prove portate a termine, sono risultati vincitori con 85 punti e sette vittorie su sette e si portano a casa anche il premio speciale Trofeo Galletto Vallespluga, sponsor della manifestazione. Al secondo posto la squadra 1 della Lega navale di Mandello, composta da Luca Bongiovanni, Marco Rolle, Imogene Masami Sicaro, Tommaso Basilico e Margherita Ruggeri, con 90 punti e sei vittorie. Segue al terzo posto la squadra 2 della Lni Mandello (Matilda Lo Pinto, Emanuele Ciavatta, Lucia Brambilla, Andrea Antonelli e Leonardo Consonni), con 126 punti e quattro vittorie. A seguire, al quarto e quinto posto rispettivamente la squadra 3 e la squadra 1 dell’Aval, al sesto posto il Cvt, al settimo la squadra 3 della Lni e all’ottavo Marvelia.


Il podio al completo, e, sotto, il 1° classificato



Come noto, un match race è un tipo di regata molto particolare in cui si affronta solo un avversario alla volta ed è composto da una prima fase, denominata Round Robin, organizzato come un girone all’italiana in cui al termine si sono incontrati tutti gli avversari. Stabilito l’ordine di classifica, successivamente si passa alle semifinali e finali. Nel caso del team race invece, è tutta la squadra che scende in acqua per affrontare la squadra avversaria, in questo caso quattro imbarcazioni contro quattro, con una moltiplicazione esponenziale degli ingaggi e delle situazioni critiche passibili di protesta, nonché del lavoro degli “Umpires”, i giudici-arbitri che seguono da vicino con un gommone lo svolgimento di ogni regata.


Il 2° e il 3° classificato



Considerata la classe velica della regata (Optimist) e l’età dei velisti (bambini e ragazzi dagli otto ai quattordici anni), la Selezione zonale a squadre di Valmadrera prevedeva solo lo svolgimento del Round Robin, composto da un totale complessivo di 28 “voli”, pari a sette prove per ogni squadra nell’arco di due giorni di regate. Team race che perciò ha richiesto un notevole sforzo organizzativo da parte del Cvt, sia per il percorso previsto che per la tipologia di regata. Invece del classico “bastone” infatti, il percorso della Selezione zonale a squadre era a “esse” da compiere una volta soltanto.
Prove in acqua che però sono state influenzate dalle condizioni meteo non del tutto favorevoli con vento debole in entrambe le giornate, tanto da aver costretto il Comitato di Regata a rinviare tutto al giorno dopo nel pomeriggio del sabato dopo 12 voli e a sospendere le prove e rimandare tutti a terra nella mattinata di domenica dopo soli quattro voli conclusi e tre annullati per scarsità di vento. Dopo essersi rifocillati con un gustoso galletto Vallespluga nella pausa forzata in attesa della Breva del pomeriggio, i velisti sono tornati in acqua per le 12 prove conclusive, che si sono potute realizzare nelle due ore di tempo rimanente.
Un ringraziamento doveroso per gli Ufficiali di Regata impegnati nella manifestazione: Eugenio Valsecchi (Presidente del Comitato di regata), Biagio Crispino e Stefano Riva, Lorenzo Crippa e Franca Venè sulla barca arrivi e per gli umpires Patrizio Vitillo (Capo Arbitro), Antonio Rotondo e Giuseppe Ambrogio.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco