Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 158.988.774
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 02 giugno 2021 alle 14:11

Olginate: le Costituzioni ai 18enni, le associazioni si presentano

Una grande emozione, quella che stamane ha colto il sindaco di Olginate Marco Passoni, il vice Marina Calegari e i suoi assessori nell’incontrare nuovamente – e per la prima volta da mesi – parte della cittadinanza, nel cortile di Villa Sirtori, per un evento importante: la consegna delle Costituzioni ai neo-diciottenni, in occasione dei festeggiamenti che onorano i 75 anni dal referendum che sancì la Repubblica italiana.


Il sindaco Marco Passoni


Tanti i ragazzi olginatesi che hanno preso parte alla cerimonia: oltre ai giovani classe 2003, infatti, a ricevere una copia della nostra Carta costituzionale sono stati anche i nati nel 2002 che l’anno scorso, a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia, non hanno potuto vivere appieno il loro ingresso “ufficiale” nella comunità. Un ingresso che – come ha sottolineato il primo cittadino – “comporta l’assunzione di diritti e doveri significativi”, tra cui il diritto di voto e la possibilità di impegnarsi nel volontariato e di iscriversi alle associazioni locali, che proprio stamane si sono presentate ai giovani.


I rappresentanti delle associazioni

Avis, Aido, Gruppo Alpini, Protezione Civile, Auser, Pro Loco e Carabinieri in congedo, con i singoli referenti che hanno invitato i neo-diciottenni a riflettere sul contributo che il fitto reticolo di gruppi è in grado di offrire alla comunità: “Così concepito – hanno fatto presente - l’associazionismo diviene democrazia partecipativa, che vive se c'è un tessuto capace di esprimerlo in libertà, protagonista del dialogo e del conflitto con il livello istituzionale, che viene così democraticamente forgiato e innovato da questa spinta. Noi abbiamo fatto il nostro, ora abbiamo bisogno di voi”.



Poi l’invito ad approfondire la Costituzione per comprenderne il valore di “legge fondamentale che regola la civile convivenza tra i cittadini”. “Sono ancora attuali le parole di Calamandrei, secondo cui affinché la Carta “si muova” è necessario “il combustibile” – ha ricordato Passoni –. E’ una lezione sul significato del diritto di cittadinanza e sul compito che tutti noi abbiamo di mantenere vivi, giorno per giorno, quegli alti principi in essa enunciati. Anche al giorno d’oggi sono molteplici i modi per conservare la nostra Costituzione. Rispettatela sempre, tenetela presente e sappiate onorarla: da oggi tocca a voi”.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

M.C.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco