Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 125.176.194
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/06/2021
Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 25 µg/mc
Lecco: v. Sora: 22 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Martedì 08 giugno 2021 alle 18:09

Frane e esondazioni a ottobre 2020: 701.322 euro per il lecchese

È stato approvato nei giorni scorsi dal Dipartimento Nazionale di Protezione civile il piano di interventi di prima emergenza, predisposto dalla Protezione civile regionale, per i territori delle Province lombarde a seguito degli eventi metereologici verificatisi nei giorni dal 2 al 5 ottobre 2020 e per i quali è stato disposto lo stato di emergenza.
 "Il piano approvato dal Dipartimento Nazionale di Protezione civile - ha spiegato l'assessore regionale al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni - prevede un totale di 89 interventi per un totale di risorse pari a 4,8 milioni di euro. Dopo una lunga interlocuzione con la Lombardia, il Governo Draghi a fine marzo 2021 ha dichiarato lo stato di emergenza - ha aggiunto  - stanziando 4,8 milioni per le spese urgenti necessarie e immediatamente utilizzabili da destinare ai territori colpiti da frane, esondazioni o forti precipitazioni. Da sottolineare che Regione Lombardia ha già immediatamente provveduto a liquidare con risorse autonome, pari a 2,5 milioni di euro, gli interventi di somma urgenza, richiesti con le procedure interne a Regione, affinché le risorse statali potessero sommarsi allo sforzo economico già profuso dal sistema regionale".
In questa prima fase, gli interventi relativi alla sola provincia di Brescia sono stati interamente finanziati da Regione per un totale di 450.000 euro. "Contemporaneamente - ha aggiunto Foroni - Regione Lombardia ha avviato la ricognizione dei fabbisogni finalizzata a richiedere ulteriori risorse per gli interventi urgenti di mitigazione del rischio residuo; per determinare, inoltre, le necessità per il ristoro dei danni subiti dalla popolazione e dalle attività economiche e produttive. Tale concessione avverrà con successivo provvedimento del Consiglio dei ministri".

Di seguito i fondi contenuti nel piano approvato dal DNPC ripartiti a livello territoriale:
- Provincia di Bergamo: 1.272.750 milioni per 30 interventi;
- Provincia di Como: 110.000 euro per 11 interventi;
- Provincia di Lecco: 701.322 euro per un totale di 18 interventi;
- Provincia di Pavia: 2.340.219 euro per un totale di 19 interventi;
- Provincia di Sondrio: 17.550 euro per un totale di 6 interventi;
- Provincia di Varese: 205.429 euro per 8 interventi.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco