Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 125.170.689
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/06/2021
Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 25 µg/mc
Lecco: v. Sora: 22 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Mercoledì 09 giugno 2021 alle 08:24

Lecco: opposizione della minoranza sulla sperimentazione del mercato in centro

Ascoltare le richieste degli ambulanti e le loro proposte in un’assemblea pubblica; promuovere controlli per verificare la regolarità dei banchi; sostenere delle misure di ristoro; intervenire per aumentare la custodia, il presidio e la pulizia della Piccola; sperimentare per sei mesi il mercato in centro il mercoledì mattina senza occupare i posteggi delle piazze e senza danneggiare i commercianti; valutare l’ipotesi di far convivere in via Amendola i banchi con gli eventi di luglio; salvaguardare i parcheggi anche durante i lavori.


Un viale del mercato alla Piccola

Queste le richieste dei gruppi di opposizione in seno al consiglio comunale lecchese rispetto al tema del mercato cittadino, tornato in auge queste settimane dopo che l’Amministrazione ha lanciato l’ipotesi di una sperimentazione in centro, in piazza Affari e piazza Garibaldi, avviando inoltre un cantiere per la ristrutturazione dei posteggi nell’area della Piccola. Queste proposte sono state affidate ad una mozione presentata durante l’assise di martedì sera dal portavoce di Fratelli d’Italia Giacomo Zamperini, che sarebbe stata sottoscritta lo scorso sabato mattina anche da 70 dei 90 operatori del mercato, ma che la maggioranza ha bocciato su tutti i fronti. “Questa mozione nasce dal desiderio di dare ascolto agli ambulanti che per tre sabati saranno spostati in centro per lasciare spazio agli eventi - ha detto Zamperini -. Farlo così, ad intermittenza, riteniamo sia lesivo per loro, per i commercianti e per i residenti. Noi vogliamo un mercato di qualità, regolare, ambizioso, che possa portare anche indotto turistico, ma deve essere incentivato e attenzionato da parte dell’amministrazione comunale”.
“Quest’ordine del giorno è la sagra delle ovvietà - ha commentato dal suo seggio di minoranza Corrado Valsecchi di Appello per Lecco -, dal nostro punto di vista non serve nessuna sperimentazione, le piazze hanno tutti i servizi e i sottoservizi necessari per ospitare i banchi, che devono stare in centro se vogliamo lanciare le attività. Nelle grandi località i mercati sono nel "cuore" della città, o hanno strutture avanzate e innovative che consentono loro di valorizzarsi: a Lecco questa cosa non c’è e la Piccola sarà sempre insufficiente, occorre fare uno sforzo coraggioso”.
La dem Paola Tavola ha invece spiegato i motivi che dal punto di vista della maggioranza renderebbero superflua la mozione: dall’impossibilità di portare avanti in più lotti i lavori al posteggio, alle misure di ristoro già contemplate, fino alla proposta della sperimentazione al mercoledì che non darebbe un esito affidabile. Dello stesso parere Fattore Lecco: “Al momento nessuna decisione è definitiva e questo test ci serve proprio per capire - ha chiarito Luca Visconti -. L’obiettivo è quello di valorizzare al massimo l’area della Piccola, questa soluzione non sarà perfetta ma è la migliore possibile in questa fase di transizione”. Anche Alberto Anghileri, capogruppo di Con la sinistra cambia Lecco, ha difeso le scelte della giunta: “Il mercato così com'è ora non funziona, l’idea di riportarlo in centro è condivisibile e per farlo le alternative sono poche: fare la sperimentazione il mercoledì non darebbe elementi sufficienti”.
Ed è proprio su questo punto che l’opposizione ha mostrato massimo disaccordo: “Spostare il mercato in centro per tre sabati, neanche consecutivi, non è una prova ma una soluzione di comodo nelle date in cui la Piccola serve per altro. Questa è serietà nei confronti degli operatori?”. Anche Peppino Ciresa, pur esprimendo “soddisfazione perché il mercato finalmente torna in centro” ha sottolineato che sarebbe stato meglio “promuovere la sperimentazione a metà settimana, senza occupare entrambe le piazze con i banchi”.
M.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco