Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 129.932.099
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 29/07/2021
Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 14 µg/mc
Lecco: v. Sora: 18 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Martedì 15 giugno 2021 alle 18:03

Torna 'Il Giardino delle Esperidi', 25 eventi culturali nel cuore del Monte di Brianza

Natura e sperimentazione digitale, accessibilità e multidisciplinarietà, performance site-specific e musica, teatro e poesia: queste le parole-chiave della 17^ edizione de "Il Giardino delle Esperidi Festival", la consolidata iniziativa in programma da giovedì 24 giugno a domenica 4 luglio nel cuore del Monte di Brianza, tra i comuni di Colle, Olgiate Molgora ed Ello, organizzata da Campsirago Residenza con il contributo di ACEL Energie in qualità di main sponsor e il sostegno di MIBACT, Regione Lombardia e Fondazione Cariplo.
Ben 25 i titoli in cartellone, tra cui quattro prime nazionali e due regionali, tutti con protagonisti di prestigio, che spaziano tra molteplici linguaggi dell'arte contemporanea: teatro natura, sperimentale, di ricerca e di figura, ma anche prosa, reading, cinema e installazioni, per un festival itinerante che quest'anno avrà come location i sentieri romanici del Monte di Brianza, il suggestivo palco all'aperto di Campsirago Residenza e la settecentesca Villa Sommi Picenardi, ma anche le corti del borgo di Mondonico, i boschi e i parchi del territorio.


La conferenza stampa di presentazione

Nove giorni intensi, dunque, con una parte della programmazione dedicata ai più piccoli e un'attenzione particolare al tema dell'inclusività, e dunque alle persone con disabilità sensoriali, per le quali sarà proposta per la prima volta una versione accessibile della nota performance "Alberi maestri" nella marcita di Ello, a cura della Compagnia Pleiadi in collaborazione con l'Associazione Fedora.
"Dopo "I Luoghi dell'Adda" e altre iniziative attualmente in corso, siamo felici di sostenere anche "Il Giardino delle Esperidi", un festival da sempre molto apprezzato - come ho avuto modo di vedere personalmente, da spettatore - in grado di unire la cultura a uno specifico territorio" ha commentato il presidente del gruppo ACSM-AGAM Marco Canzi. "Ci attende un'estate di rinascita, e siamo felici di poter fare la nostra parte supportando concretamente questo tipo di iniziative, facendo sentire la nostra presenza a 360 gradi".


Michele Losi e Marco Canzi

A entrare nel dettaglio del calendario è stato poi il direttore artistico Michele Losi, che ha sottolineato nuovamente come la rassegna abbia l'ambizione di "indagare l'evoluzione della performing art nel paesaggio a partire dalle sue radici legate al Teatro Natura, passando attraverso i boschi e gli spazi urbani per arrivare a sperimentare nuove azioni accessibili e percorsi artistici in realtà aumentata, con questi ultimi pensati per essere itineranti, ma anche permanenti sul territorio".
"L'idea è quella di realizzare ogni anno un paio di lavori di questo tipo, per arrivare ad averne una ventina nell'arco di un decennio" ha spiegato Losi, illustrando, tra le altre cose, quella che sarà la prima sperimentazione di land art visuale sui sentieri del Monte di Brianza. "Si intitola "Vivarium" e sarà fruibile in autonomia dal 24 giugno attraverso il proprio smartphone e l'app gratuita ImaginAR, che guiderà il pubblico da Campsirago Residenza fino all'eremo di San Genesio per un'esperienza visiva, narrativa e sonora - della durata di 60 minuti - che apre a una nuova percezione del paesaggio e a una comprensione più profonda di ciò che ci circonda: un'immersione completa a contatto con elementi naturali, giochi di luce, soglie da attraversare e animali fantastici con cui interagire, lungo un percorso di 1.4 chilometri alla portata di tutti, bambini compresi".


Virginio Colombo e Ettore Anghileri

"Questo Festival ci ha sempre offerto la preziosa possibilità di far conoscere il Monte di Brianza attraverso la cultura, di far capire - soprattutto a chi viene da fuori - che cosa rappresenta davvero questo territorio" ha commentato, invece, il primo cittadino di Ello Virginio Colombo, affiancato dal vice sindaco di Colle Ettore Anghileri. "Abbiamo sempre creduto molto in questa rassegna, a cui di anno in anno offriamo un sostegno concreto" ha aggiunto quest'ultimo. "Con Campsirago Residenza e Scarlattine Teatro c'è un rapporto ormai consolidato, che di recente si è tradotto anche in un partenariato pubblico-privato che ha consentito di ristrutturare un importante patrimonio inutilizzato - e in abbandono da anni - quale Palazzo Gambassi, nonchè di rivalutare e ri-caratterizzare di conseguenza l'intera località di Campsirago. Ben venga, quindi, una nuova edizione de "Il Giardino delle Esperidi", una rassegna che convince sempre di più per la sua qualità".


Rassegna che convince "anche e soprattutto in un momento di ripartenza come quello attuale", per citare l'assessore del Comune di Olgiate Molgora Matteo Fratangeli, che in conclusione ha sottolineato l'importanza di "valorizzare borghi come i nostri sul Monte di Brianza che non hanno proprio nulla da invidiare ad altri più famosi, di cui magari si sente parlare più spesso".
Tutti gli eventi del festival si svolgeranno nel massimo rispetto dei protocolli anti Covid, per la sicurezza di pubblico, artisti e staff, secondo le norme dettate da Regione Lombardia e Governo. Considerata l'alta affluenza delle passate edizioni, per diversi spettacoli sono previste più repliche. Per il programma completo e tutti i dettagli CLICCA QUI.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco