• Sei il visitatore n° 174.512.590
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 01 luglio 2021 alle 18:46

Calcio Lecco: mister Mauro Zironelli si presenta, 'vedremo una squadra capace di proporre bel gioco'

Il Lecco del nuovo corso comincia da mister Mauro Zironelli,  presentato oggi alla stampa nella sede di Via Don Pozzi. Il cinquantunenne tecnico veneto, che sostituisce D'Agostino (passato alla Vibonese), allena dal 2006 dopo aver calcato da giocatore i campi di serie A e B con le maglie di Fiorentina,  Pescara, Chievo,Venezia e Modena.  Ha maturato le prime esperienze in panchina guidando i settori giovanili del Vicenza e del Bassano. Ha poi allenato l'Abano, la Sacilese, l'Alto Vicentino e il Mestre con il quale ha centrato la promozione dalla D alla C al termine del campionato 2016/2017. Successivamente si è seduto sulle panchine di Juventus U23,  Modena e Sambenedettese.  Con quest'ultimo club i rapporti si sono interrotti lo scorso 8 febbraio (dimissioni) con la squadra marchigiana al quinto posto nel girone  B della serie C.  La conferenza stampa è stata introdotta dal direttore generale Angelo Maiolo che ha detto "Aspettavamo questo momento e siamo contenti di avere con noi mister Zironelli. La sua carriera parla da sola. Mi ha fatto una bella impressione. Sa ciò che vuole e si adatta al nostro modo di lavorare, Passando alle questioni societarie, ribadisco che la squadra è stata iscritta all'ultimo momento e con fatica. Pertanto la famiglia Di Nunno merita un grazie grandissimo. Il presidente si è impegnato tanto per ripartire. E' risaputo che non stiamo navigando nell'oro e siamo sempre in attesa che qualcuno ci offra una mano. Patron Di Nunno non pretende denaro per se' ma per la società. E' chiaro che con più forze potremo migliorare. Purtroppo finora parole tante, fatti zero. Un industriale, non so se lecchese, pare sia interessato in qualità di sponsor. Ad oggi però non conosciamo l'identità di questa persona. E confermo: se arriva domani mattina una persona interessata all'acquisto del club, Di Nunno glielo vende. Infine rimane il problema del Bione".

Il nuovo staff tecnico del Lecco

E' intervenuto il diesse Domenico Fracchiolla, il quale ha parlato delle dinamiche di mercato e, a una precisa domanda, ha riposto indirettamente all'ex D'Agostino, il quale ha parlato di attriti avuti con patron Paolo Di Nunno. "Un litigio con il presidente? Non avrebbe terminato il campionato - ha tagliato corto il diesse - Sono cose che lasciano il tempo che trovano. Meglio ricordare i fatti positivi realizzati insieme, come la salvezza dell'anno precedente e il sesto posto con playoff, raggiunti al termine del campionato appena concluso". In merito alle questioni tecniche: "Abbiamo scelto un allenatore adatto, che possiede un'idea di calcio offensiva. E' nostra intenzione abbassare l'età media della squadra. A Pissardo abbiamo presentato un'offerta che lui deve valutare, Galli è sotto contratto e rimane un giocatore importante, Foglia dopo l'infortunio ha iniziato a correre, Capogna ha offerte che valuteremo insieme. Cauz e Celjak?  Zero richieste".
Tra gli obiettivi di mercato il centrocampista Sala e l'attaccante Sarao.   Il dg Maiolo ha annunciato alcuni cambiamenti nello staff  tecnico. 
Mister Zironelli, sarà affiancato dal "vice" Andrea Malgrati che, dopo aver appeso le scarpette al chiodo, ha prontamente indossato la tuta di allenatore. Il nuovo preparatore atletico sarà Denis Francescutti, assistito da Filippo Brambilla. Confermato il preparatore dei portieri Carlo Zotti. Filippo Mandia è il team manager, mentre responsabile sanitario rimane la dottoressa Chiara Airoldi con Enrico Gianola e Alessio Moroni (fisioterapisti). Cambio della guardia nell'area comunicazione. Francesco Todeschini, dopo tre anni di apprezzato lavoro, ha lasciato l'incarico per intraprendere un nuovo percorso professionale. Al suo posto Filippo Giannotti.  

Qualche domanda a mister Zironelli 

Nuova avventura in una piazza calcisticamente importante. Quali sono le sue sensazioni? 
"Anzitutto ringrazio società e presidente, il quale sta compiendo un sacco di sacrifici. Capisco la situazione del momento, non è facile andare avanti. Il diesse Fracchiolla ed io ci siamo subito intesi, abbiamo le stesse idee. Mister Marco Gaburro, veneto come me, mi ha parlato molto bene della piazza di Lecco. Sono fiducioso per questa nuova avventura. Costruiremo una squadra fresca con i giovani e nel contempo potremo avvalerci di una solida ossatura e di una formazione rodata, reduce dal sesto posto in campionato".

Quale squadra vedremo? 
"Una squadra capace di proporre bel calcio. Bello vuol significare un gioco offensivo, tirare in porta più volte. Cercherò di inculcare la mia mentalità e dovrò essere preparato, spiegando il mio tipo di gioco nel minor tempo possibile. Di conseguenza ho bisogno di giocatori coraggiosi, in grado di sposare il progetto. Nella mia precedente esperienza alla Sambenedettese la squadra era arrivata a tre punti dal Padova capolista. Lì ho trovato Patrizio Masini. Prima di me aveva disputato poche partite, poi l'ho utilizzato a destra e lui ha dimostrato di essere un giovane su cui fare affidamento. Spero rimanga con noi".  

Patron Di Nunno è una persona focosa, come si relazionerà?
"Preferisco persone così: dirette e capaci di dire le cose in faccia. Parliamo la stessa lingua. Mi sono trovato bene con lui. Nutro rispetto, è un gran lavoratore ed io dovrò fare altrettanto sul campo".  

Tatticamente come disporrà la squadra? "Ho adottato il 3-4-1-2 oppure il 3-5-2 che consente un gioco più rapido. Prediligo queste linee di partenza. Alla Juventus U23 purtroppo  non ho potuto fare ciò che avevo in testa per alcune incertezze in avvio, Comunque riesco ad adattarmi. Modellerò la squadra in base ai giocatori attualmente a disposizione, con attenzione a ciò che riserva il mercato. Poi ho la fortuna di essere stato scelto da un diesse con cui mi sto trovando bene".  

Cosa si attende dal pubblico lecchese, notoriamente appassionato?  
" Sarà nostro compito creare entusiasmo tra i tifosi e sarà mio dovere dare le giuste motivazioni. Il pubblico va trascinato. Causa pandemia, stiamo vivendo da un anno e mezzo una situazione da raccontare ai nostri nipoti. Quindi mi auguro che si possa riprendere finalmente una vita normale, in tutti i sensi. Ed è già confortante vedere i bambini qui allo stadio".  

In merito a Iocolano, appetito da diverse squadre?  
"Naturalmente la priorità va assegnata ai giocatori sotto contratto con i quali dovrò valutare le cose. Simone è un elemento importante. L'ho avuto a Bari per una settimana ma ci conosciamo dai tempi del Bassano. Lo scorso campionato ha realizzato 11 gol, fornendo 8 assist. E' normale tenerlo in considerazione. Come lui, tutti coloro i quali hanno costituito la base della squadra. Tuttavia è ancora prematuro parlarne".   

Riguardo allo staff
"Conosco il preparatore atletico Denis Francescutti. Sarà inoltre importante lavorare con una persona intelligente come Andrea Malgrati che ha già fatto esperienze nell'ambiente lecchese". 

Il Lecco svolgerà il ritiro in città (allenamenti al "Rigamonti-Ceppi") a partire dal 19 luglio. Infine, la Lega Pro ha ufficializzato le date della prossima stagione che sarà inaugurata dalla Coppa Italia ( primo turno il 13 e 14 agosto). Il campionato scatterà il 29 agosto e terminerà il 24 aprile 2022.
Roberto Frigerio
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco