Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 159.202.113
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 02 luglio 2021 alle 13:23

Olginate: via la cassetta delle offerte alla Festa della Musica, denunciato il ladro

Un momento della Festa della Musica
Quella del 21 giugno non è stata solo una serata di divertimento. La Festa della Musica, organizzata nel parco di Villa Sirtori dall'Associazione Concertando e da "Olginate del Fare", è stata infatti scenario anche di un ignobile furto, il cui responsabile è stato ora denunciato grazie a un'indagine lampo a cura degli agenti di Polizia Locale guidati dal Comandante Matteo Giglio.
I fatti risalgono appunto al primo giorno d'estate, quando dal tardo pomeriggio la splendida cornice a pochi passi dal lago è tornata a ospitare un evento dal vivo dopo i lunghi mesi di chiusure e restrizioni: la manifestazione era appena cominciata quando - come ricostruito grazie alle immagini delle telecamere - un uomo si è avvicinato di soppiatto al gazebo allestito all'ingresso del parco - e in quel momento incustodito - per uscirne dopo pochi istanti con in mano... la cassetta delle offerte, posizionata dai volontari con l'obiettivo di raccogliere fondi per la realizzazione di una "panchina letteraria" sul lungolago olginatese.
Indisturbato, si è poi allontanato a piedi da Villa Sirtori raggiungendo un altro soggetto al volante di un'auto, a bordo della quale ha lasciato il paese probabilmente senza sapere che gli "occhi elettronici" avevano registrato tutti i suoi movimenti, consentendo anche di risalire alla targa del veicolo e dunque al suo proprietario, risultato poi lo stesso uomo alla guida del mezzo durante la "fuga". Identificato grazie a un tanto rapido quanto efficace lavoro d'indagine, il ladro è stato denunciato per furto aggravato: ad "appesantire" la sua posizione il fatto che la cassetta delle offerte fosse esposta "a pubblica fede" - ovvero lasciata nella piena disponibilità della collettività - e in un luogo aperto a tutti.
Soddisfatto il Comandante della Polizia Locale Matteo Giglio, che ha sottolineato l'importanza delle telecamere attive in paese per la corretta ricostruzione dell'accaduto. Telecamere che - come ha ricordato - si erano già rese utili nel settembre scorso per le indagini relative all'omicidio di Salvatore De Fazio, nonchè soltanto pochi giorni fa per quelle riguardanti le liti notturne sul lungolago poi sfociate in violenza. Un plauso agli agenti per il lavoro svolto in questa circostanza è giunto anche dal sindaco Marco Passoni, che proprio mercoledì sera, in Consiglio Comunale, aveva annunciato l'imminente implementazione del sistema di videosorveglianza con l'installazione di un'ottantina di nuove telecamere tra Olginate e Valgreghentino (paese convenzionato per la Polizia Locale).
"Siamo molto soddisfatti dei nostri agenti" ha commentato il primo cittadino Marco Passoni. "Pur essendo in pochi riescono sempre a far combaciare perfettamente l'attività di prevenzione con quella d'indagine, con ottimi risultati. L'obiettivo, ora, è quello di coprire quanto prima il posto rimasto vacante dopo il trasferimento di Marco Maggio, per "rimpolpare" un organico che sicuramente ha bisogno di ulteriori forze. Per quanto riguarda l'episodio del 21 giugno, invece, c'è poco da dire: è stato un gesto vergognoso, fatico davvero a capirne il senso".
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco