Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 141.828.273
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 05 luglio 2021 alle 10:40

Lecco: al via dal centro la staffetta bianca di 'Obiettivo Tricolore', ideata da Alex Zanardi

È partita da Lecco - e più precisamente da Piazza Cermenati, intorno alle 9.45 di oggi - la staffetta bianca di "Obiettivo Tricolore", l'iniziativa lanciata dall'ex pilota automobilistico Alex Zanardi che fino al 25 luglio prossimo vedrà oltre cinquanta atleti paralimpici in handbike, bicicletta o carrozzina passarsi di mano in mano il testimone fino ad arrivare a Catania, con il solo scopo di trasmettere un messaggio di rinascita e ripartenza attraverso lo sport.



Alessandro D'Onofrio

Messaggio di cui l'evento continua a farsi portavoce anche - e con maggior forza - in assenza del suo ideatore, attualmente ricoverato a Padova dopo il grave incidente di cui è rimasto vittima il 19 giugno 2020 in sella alla sua handbike, a seguito del quale aveva trascorso un periodo di riabilitazione anche a Villa Beretta di Costa Masnaga.


Al centro Stefania "Steppo" Valsecchi

Oltre a quella partita da Lecco, che nelle prossime ore farà tappa alla Madonna del Ghisallo, "Obiettivo Tricolore" prevede anche altre due staffette: quella rossa ha preso il via ieri da La Villa, in Alto Adige, mentre quella verde muoverà domani da Verres, in Val d'Aosta, per poi riunirsi con quella bianca a Bologna per la "fase finale" con destinazione Catania (e un passaggio intermedio a Roma). Un viaggio sui pedali, dunque, dal valore fortemente simbolico, che nel capoluogo ha già avuto un'anteprima ieri nel "villaggio" - purtroppo bagnato dalla pioggia - allestito nella stessa Piazza Cermenati in collaborazione con l'ASD Oltretutto 97, la Dinamic Karate e il Circolo della Scherma - oltre che con il CONI, Special Olympics Italia e Disabili No Limits - per far conoscere a tutti da vicino il mondo dello sport paralimpico. Particolarmente gradita la visita di Giusy Versace, che nonostante il maltempo si è intrattenuta a lungo con i presenti complimentandosi per l'evento.


Al microfono il sindaco Mauro Gattinoni


Sulla sinistra don Agostino Frasson, al microfono l'assessore Emanuele Torri

"È stata una bellissima occasione per rinforzare il binomio sport-disabilità, e parlare dunque di inclusione" ha commentato l'assessore Emanuele Torri, con un ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito all'organizzazione dell'iniziativa tra cui l'imprenditore lecchese Enrico Airoldi, appassionato di ciclismo e da tempo in contatto con Alex Zanardi. Vicino all'ex pilota anche don Agostino Frasson di Casa Don Guanella, che non ha voluto mancare alla staffetta che ha preso il via proprio con la sua benedizione. "Alex era stato nostro ospite nel 2016 in una serata partecipatissima" ha ricordato il sacerdote. "Si era reso disponibile a unirsi a noi anche in altre occasioni e a contribuire al nostro progetto dell'"Agribike", per rilanciare il nostro territorio sul fronte del cicloturismo. Non sappiamo quando potremo averlo nuovamente con noi, per ora gli siamo vicini nella preghiera".

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Presenti questa mattina in sella anche Stefania "Steppo" Valsecchi - "impossibile mancare quando si tratta di trasmettere gioia e positività", ha commentato con entusiasmo - e il sindaco di Garbagnate Monastero Mauro Colombo, nonchè l'ex campione italiano paralimpico Fabio Triboli e l'atleta di handbike Alessandro D'Onofrio. "Ringraziamo la città di Lecco per la splendida accoglienza" le parole del DS di "Obiettivo Tricolore" Pierino Dainese, raggiunto alla partenza anche dal sindaco Mauro Gattinoni. "Siamo felicissimi di aver ospitato questa iniziativa qui, sul ramo giusto del Lago" ha replicato il primo cittadino. "Vogliamo continuare a ribadire che la diversità è una ricchezza e che lo sport va sostenuto in tutte le sue forme. Lecco punta a diventare la capitale dell'outdoor, e questi eventi ci portano sulla strada giusta".




Come anticipato, la "comitiva" sui pedali raggiungerà nelle prossime ore Magreglio e il Santuario della Madonna del Ghisallo, protettrice dei ciclisti, dove si fermerà per un breve momento di raccoglimento. Il viaggio proseguirà poi per le tappe successive, fino all'incontro con gli altri staffettisti e lo "sprint" finale verso l'assolata Sicilia.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco