Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 137.390.294
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 10 luglio 2021 alle 17:58

Maxischermo a Calolzio: logica e delinquenti

Cara Leccooline
In fondo è estate e tutto è da prendere con leggerezza; figuriamoci se non il lancio degli stracci tra maggioranza e opposizione del Comune di Calolzio sulla vicenda grande schermo si, grande schermo no, per la finale degli Europei.
Questa leggerezza dentro il vortice di "è colpa vostra", "no, siete voi che mettete in pericolo", "l'ha fatto anche il sindaco Sala" e via di questo passo, é sfociata nel ridicolo, quando già nel riscaldamento la maggioranza ha spazzato via logica e misura.
Il rifiuto del Comune di trasmettere la partita dell'Italia in piazza perché crea assembramenti pericolosi e rischio contagi é, infatti, abbastanza ridicolo davanti alla logica che evidenzia che più schermi a disposizione ci sono meno gente sarà costretta a stare davanti a uno solo.
È ancora più ridicolo davanti alla logica che evidenzia che il Comune solo pochi giorni prima ha messo uno schermo su un tavolino al Lavello così piccolo, il tavolino e il televisore, che ci si è dovuti qui si assembrare come nelle aule delle scuole pubbliche prima della Dad....
È ancora molto più ridicolo davanti alla logica che evidenzia che il Comune ora usa come scusa per non trasmettere la partita, la prudenza per evitare rischi contagi, ma prima faceva fare le prove tecniche per il grande schermo in piazza.
Prima era ieri non 6 mesi fa.
È totalmente ridicolo davanti alla logica che evidenzia che il Comune si è pure vantato di aver detto no al maxischermo in piazza perché gliel'ha suggerito il sindaco di Pescate dove una piccola parte degli spettatori ha rotto tavolini e sporcato come una discarica.
Si sono fatti suggerire dal sindaco sceriffo come gestire la propria città considerandola una prigione e i propri cittadini come detenuti e delinquenti.
Wow!! Facciamo Lega e sempre Forza Italia, Fratelli. Vinceremo.
Cosa però non si sa ancora
Paolo Trezzi
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco