Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 129.939.911
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 29/07/2021
Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 14 µg/mc
Lecco: v. Sora: 18 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Martedì 20 luglio 2021 alle 16:43

Pasturo: per l'ultima domenica di luglio la salita a San Calimero

Torna, nell’ultima domenica del mese di luglio, una tradizione di religiosità popolare tra le più antiche e conosciute di tutta la Valsassina: è la salita alla chiesetta di San Calimero ai Monti, quota 1.500 sul Grignone, che può ricordare una storia che ha superato i 650 anni.
L’appuntamento è fissato alle ore 11, quando verrà celebrata la Messa nello spazio antistante la chiesetta stessa. “Calimero” in greco vuol dire bella giornata. E l’auspicio è che anche quest’anno, nell’ultima di luglio, un tempo favorevole accompagni la salita che, partendo da Pasturo - parrocchiale o piazza del municipio - richiede tre ore, comprendendo brevi soste a Cornisella, Monteno e Risceul. E’ stato, quest’ultimo, il tracciato tradizionale che una volta veniva effettuato, aperto da confratelli in divisa con il parroco. Spettava al priore della Confraternita, che guidava l'ascesa verso San Calimero, fissare i posti di ristoro, gridando: “Qui si riposa”.
La celebrazione della Messa sarà seguita da momenti di festa popolare. Gli alpeggi della zona, divenuti anche quest’anno nella stagione estiva località di greggi, vedranno la tradizionale cucina con polenta taragna e salsicce alla griglia. La preghiera a San Calimero, patrono da secoli dei monti sopra Pasturo e dei suoi “bergamini”, chiede la benedizione per ottenere pioggia e sole a tempo giusto per avere i migliori raccolti.
Quest’anno sarà opportuno aggiungere una preghiera per il ritorno della salute in generale, dopo tanta tribolazione con l’epidemia da Coronavirus.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco