Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 138.419.721
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 21 luglio 2021 alle 12:20

Valgreghentino: record italiano sui 3.000 metri per Elena Fustella, 60 anni, nel G.P. di Trento

Elena Fustella
Record italiano per Elena Fustella. La forte portacolori dell'Atletica Lecco si è distinta per un'eccellente prestazione al 45° Gran Premio Estivo del Mezzofondo (FIDAL) in scena nei giorni scorsi a Trento, dove la valgreghentinese ha partecipato alla prova in pista sui 3.000 metri piani con altre 80 donne, divise in quattro batterie. Una gara bellissima, "tirata" fino all'ultimo, come ci ha raccontato la stessa podista che ha concluso la corsa con il tempo di 11'38'', battendo dunque il record di 11'49'' detenuto dal 2010 dalla grande Waltraud Egger (per la categoria Master femminile 60).
"È stata una competizione davvero emozionante, molto partecipata e con una qualità altissima" ha commentato Elena Fustella, con evidente soddisfazione. "Essendo una gara mista, ai blocchi di partenza c'erano perlopiù atlete molto giovani, che hanno reso il confronto ancora più avvincente. Del resto sono abituata ad avere forti stimoli, allenandomi con l'esperta Maria Righetti e con i ragazzi dell'Atletica Lecco, con cui è sempre piacevole scendere in pista anche dopo una giornata di lavoro, quando magari non mi sento al top della forma".
Ormai vicinissima alla soglia dei 60 anni, Elena Fustella non ha alcuna intenzione di fermarsi. "Dopo la prima fase della pandemia sono entrata un po' in crisi, com'era naturale dopo un lungo periodo passato senza allenamenti" ci ha confidato ancora la sportiva, tornata nel "giro" delle gare una quindicina di anni fa dopo una pausa dovuta agli impegni familiari e lavorativi. "La ripartenza post Covid è stata graduale perchè le limitazioni erano ancora tante, ma poco alla volta io e i miei compagni di squadra siamo tornati quelli di prima. Ora ci si allena sempre, anche in ferie, per cercare di mantenere la forma e ottenere altri buoni risultati. I sacrifici danno sempre i loro frutti, questo Gran Premio ne è stata la dimostrazione".
Nonostante il periodo "vacanziero", per Elena Fustella non è ancora tempo di rallentare: l'atleta, infatti, è attesa dal Campionato Italiano di Rieti previsto a settembre, che la vedrà scendere in pista sui 1.500 e i 5.000 metri. "Saranno altre due gare toste, di alto livello: cercherò come sempre di dare il massimo, poi si vedrà".
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco