Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 159.205.059
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 29 luglio 2021 alle 07:44

Olginate: ultimo cc del mandato, i 'grazie' del sindaco Passoni, Sartor e De Capitani

Tempo di "saluti" e di ringraziamenti per il Consiglio Comunale di Olginate, riunitosi in Aula nella serata di ieri per l'ultima volta - salvo sorprese - prima delle elezioni amministrative in programma in autunno. Archiviati in pochi minuti i punti all'ordine del giorno e approvata una variazione di bilancio resasi necessaria principalmente per incassare alcuni fondi statali per l'emergenza Covid, il sindaco Marco Passoni ha infatti lasciato la parola ai due capigruppo per alcune riflessioni conclusive.

"Nel 2016 la nostra compagine si divise, ne uscirono due liste di centro-sinistra che insieme presero il 55% dei voti" ha dichiarato per la maggioranza Antonio Sartor. "Come coalizione abbiamo avviato un nuovo percorso con "Obiettivi in Comune 3.0", una scelta che si è rivelata vincente guardando soprattutto al lavoro svolto, riconosciuto da tutti e portato avanti senza mai ricevere proposte alternative dall'opposizione. Evitando di fare un elenco delle opere realizzate, ricordo solo che i lavori di ristrutturazione dell'ex Municipio e di riqualificazione del lungolago non sarebbero mai partiti senza la nostra convinzione e caparbietà. Avremo fatto degli errori, ma solo chi sta fermo non sbaglia. Abbiamo dimostrato di essere forti, smentendo con i fatti chi pensava a un nostro fallimento e mantenendo sempre alta l'attenzione sulla persona, il nostro segno distintivo che la pandemia ha reso ancora più evidente".

Silvia Cazzaniga e Antonio Sartor

Il sindaco Marco Passoni

"Gli olginatesi sanno che possono contare su un gruppo di persone preparate, motivate ed entusiaste, che hanno fatto vedere sul campo che cosa sanno fare" ha proseguito, ringraziando tutti i consiglieri, il personale comunale, gli assessori e soprattutto il sindaco, "con cui non sono mancati i momenti pesanti, anche di scontro, che però non hanno mai fatto venire meno la stima".
Alle sue parole hanno fatto eco, poi, quelle del capogruppo di minoranza Riccardo De Capitani, pronto a "sfidare" di nuovo il primo cittadino uscente, contro il quale nel 2016 aveva perso per solo una cinquantina di voti di scarto. "Ammetto che quella sconfitta non è ancora passata del tutto, ma certamente ci ha dato lo stimolo per fare un'opposizione costruttiva e propositiva, come promesso fin da subito" ha commentato il "leader" di Olginate Si Cambia. "Allora avevamo presentato un programma simile al vostro, e siamo contenti che alcuni punti che ci stavano particolarmente a cuore si siano concretizzati. Ringrazio i miei consiglieri Andrea Secchi, Selene Ratti e Rosa Amati, ma anche tutti i componenti delle commissioni con cui abbiamo lavorato in questi anni, trovando occasioni di confronto".

Riccardo De Capitani

Sulla sinistra Rosa Amati e Andrea Secchi

Confronto che si è sempre rivelato "positivo" - "pur senza troppe sollecitazioni dalla minoranza" - anche a detta del sindaco Marco Passoni, che da parte sua ha voluto rivolgere un pensiero a tutti i componenti del suo gruppo, "ciascuno dei quali mi ha insegnato qualcosa": alla sua vice Marina Calegari "per la grinta e la disponibilità", agli assessori Roberta Valsecchi - entrata in Giunta a metà mandato - "per la passione e la costante volontà di dare un indirizzo preciso ad ogni cosa", Luca Dozio "per lo sforzo a non indietreggiare mai nel suo impegno per la digitalizzazione" e Paola Viganò "per la grande sensibilità".

Roberta Valsecchi e Luca Dozio

Marina Calegari

Ancora, un ringraziamento è stato rivolto agli altri consiglieri di maggioranza: a Silvia Cazzaniga "per il lavoro svolto con il Piedibus e per i suggerimenti sul mondo della scuola", a Davide D'Occhio "per gli importanti spunti teorici, per la correttezza e la fiducia rinnovata nei miei confronti anche dopo l'"allontanamento" dalla Giunta", e infine allo stesso Antonio Sartor, "maestro per tutti noi neofiti, sempre in grado di analizzare i problemi da una prospettiva diversa con un approccio a 360 gradi".
"Questo mandato mi ha lasciato tantissimo, ora diamo il via alla campagna elettorale" ha concluso Passoni.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco