• Sei il visitatore n° 164.274.375
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 18 settembre 2021 alle 13:57

Calcio, Serie C: il Lecco ospita l'ambiziosa Feralpi Salò, con i tifosi in curva

Sulla scia della splendida prestazione contro la Giana, i blucelesti cercheranno di azzeccare domani (17.30) il tris di vittorie nell'impegno casalingo contro la Feralpi Salò. Per il Lecco sarà importante anche stabilire una linea di continuità con quanto espresso a livello di gioco al “Città di Gorgonzola” dove i ragazzi di Zironelli hanno disputato una partita eccellente che stride con il misero 1-0 finale. Ecco, se difetto c'è stato, esso è riconducibile proprio alla scarsa concretezza offensiva. Al contrario di quanto accaduto con il Legnago la settimana prima, quando le Aquile avevano tesaurizzato al massimo le occasioni create. E domani al “Rigamonti-Ceppi” arriverà una delle big del torneo.
“La Feralpi è ben costruita e per noi sarà un test importante – ha detto mister Mauro Zironelli nella conferenza stampa –. L'obiettivo è quello di continuare il nostro momento, ma occorrerà tanta attenzione. Stiamo proseguendo nel nostro programma e i miglioramenti si vedono. Sono contento, però non abbiamo ancora fatto niente. Non dobbiamo rilassarci”.   
 
Dopo quasi due anni tornerà a popolarsi la Curva Nord. Annunciata infatti la presenza della parte più calda del tifo bluceleste. Per mister Zironelli è una notizia più che positiva.
“Fa molto piacere. Sta nascendo un bel feeling con i nostri sostenitori i quali si rendono conto dell'impegno “alla morte” dei ragazzi. C'eravamo già accorti della loro presenza nella partita di domenica scorsa. Gli striscioni visti oggi all'esterno dello stadio danno entusiasmo e adrenalina, fattori fondamentali per affrontare le partite”.

Nel prossimo mese e mezzo il Lecco è atteso da un autentico “tour de force”, anche con gare infrasettimanali. Quali sono le attese?
“Nel calcio guardare a lungo termine è sbagliato, poiché sottrae energie. Noi pensiamo alla partita di domani e a portare in forma i giocatori che non sono ancora nella giusta condizione. Gli ultimi arrivati non sono a livello degli altri, ma tutti i giorni ci si confronta. Quindi nessuna fretta. Formazione di domani? Dopo due buone partite è giusto dare continuità. Viviamo un momento positivo. La società ci è vicina, dai direttori al presidente con il suo entourage”.

Quando usciranno i veri valori del campionato?
“Dopo le prime dieci partite si potrà verificare meglio la classifica. Adesso è ancora presto”.

Con Tordini in stato di grazia, con Mastroianni abile a proporre sponde e imbucate, con la fantasia di Iocolano e le qualità di Ganz (finora inizialmente in panchina) il Lecco proverà a far male alla Feralpi che viaggia con quattro punti in carniere, frutto di un successo (a Seregno per 3-1) e un pareggio casalingo (1-1 con il Mantova), risultati arrivati dopo lo scivolone al “Turina” con il neopromosso Fiorenzuola (2-1) nel debutto. Squadra di buon livello tecnico, reduce dal secondo turno dei playoff nazionali centrato l'annata scorsa, la Feralpi non è partita benissimo ma ha tutte le carte in regola per risalire. In panchina siede il cinquantenne tecnico Stefano Vecchi che in passato ha guidato la Primavera e la prima squadra dell'Inter, la Spal, SudTirol, Carpi e Venezia. Vecchi utilizza prevalentemente il 4-3-1-2 e il 4-3-3. Direttore sportivo è Oscar Magoni, allenatore del Lecco nella tormentata stagione 2009/10.

Questo il giudizio specifico di Zironelli sugli avversari di domani: “Formazione esperta, ci sarà da lottare. Non ha cominciato il torneo nel modo migliore, ma siamo solo all'inizio. Le squadre sono in assestamento. In attacco gioca Miracoli che nella categoria ha sempre fatto bene e poi Guerra che ha vinto la classifica dei cannonieri quando militava nel Vicenza e nella stessa Feralpi. Dovremo avere grande rispetto e mettere spirito, dedizione, entusiasmo che ci trasmetterà l'ambiente”.

Mercoledì i bresciani sono stati eliminati dalla Juventus U23 nel secondo turno di Coppa Italia: 3-2 il risultato al “Moccagatta” di Alessandria. Il Lecco, dal canto suo, ha potuto prepararsi con maggiore tranquillità non avendo avuto impegni infrasettimanali. Mister Zironelli avrà a disposizione gli stessi effettivi di domenica scorsa. Ancora out, per infortuni vari, Galli, Sperandeo e Purro. In attacco si va verso la conferma del tridente Iocolano-Mastroianni-Tordini. In merito ad alcuni singoli, Zironelli ha sottolineato: “Morosini, Ganz, Sperandeo e Di Munno sono più indietro nella condizione rispetto agli altri. Li stiamo aspettando e non vanno caricati di responsabilità. Quando sarà il momento giusto offriranno il loro apporto”.

Il match sarà arbitrato dal senese Federico Fontani.
Infine, spazio alle statistiche. Il Lecco e la Feralpi – società nata nel 2009 dalla fusione tra Lonato e Salò - si sono affrontati per la prima volta nel campionato di Lega Pro Seconda Divisione (ex C2) 2010/11. All'andata gli aquilotti espugnarono il “Turina” per 1-0 con gol di Fabbro al 13', mentre nel ritorno furono i gardesani a vestire da corsari, imponendosi per 3-1 al “Rigamonti-Ceppi” (Martinelli per i blucelesti, Meloni, Leonarduzzi e Bracaletti per i salodiani).
L'ultima sfida diretta (di Coppa Italia), risale a due anni fa: 1-0 per i verdazzurri con rete di Mordini. Era il 19 novembre 2019.   

Le altre partite del quarto turno: Pro Sesto-Fiorenzuola, Padova-Triestina, Piacenza- Pro Patria, SudTirol-Pergolettese, Trento-Giana Erminio, Albinoleffe-Mantova, Juventus U23-Pro  Vercelli, Seregno-Renate, Vecomp Verona-Legnago.
R.F.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco