Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 137.334.002
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 27 settembre 2021 alle 08:56

Lecco: nella Camminata Manzoniana si scopre anche la chiesetta del Bovara

E’ scattato il conto alla rovescia verso il grande appuntamento di domenica 3 ottobre con la Camminata Manzoniana, che si presenta con tre percorsi: il primo è rosso di venti chilometri, il secondo arancione di 11, il terzo blu di 5.5. Le iscrizioni hanno raggiunto il numero di 1.200; per gli organizzatori di LTM il tetto, come noto fissato a 2.000, sarà toccato nella giornata di mercoledì o giovedì. Gli interessati devono quindi affrettarsi ad iscriversi, chiedendo eventualmente informazioni al numero telefonico 329-61.50.422. Per tutti i partecipanti sono obbligatori il Green pass e la mascherina.
L'iniziativa sarà arricchita da “uno spettacolo itinerante... sulle tracce del Manzoni”, realizzato con gli attori del “Filo Teatro”. Sono previste dieci scene rappresentate in vari punti del percorso, dalla zona di via Azzone Visconti, presso l’hotel Nuovo, al matrimonio in via Caldone, sotto la chiesa di Olate. La scena 9, con la peste, sulla scalinata del santuario della Madonnina di Acquate, vedrà anche l’Accademia Corale Città di Lecco.


L'oratorio dell'Immacolata progettato dal Bovara

Nel tracciato della Manzoniana c’è anche, in quartiere Germanedo, un momento teatrale che merita un particolare richiamo: è in un angolo del capoluogo poco conosciuto, lungo la via Oratorio, dove si trova la chiesetta dell’Immacolata Concezione (di proprietà privata) che si raggiunge lungo l’impervia via Cesura, nella fascia precollinare del quartiere. Ebbene, l’oratorio dell’Immacolata rientra nelle opere progettate dal grande architetto Giuseppe Bovara (1781-1873).


La lapide che ricorda i fratelli Invernizzi di Germanedo

All’interno verrà rappresentata la scena di Lucia prigioniera nel maniero dell’Innominato, dove, però, si trovavano anche mamma Agnese e il curato don Abbondio. Quest’ultimo ha approfittato della “generosità” dell’Innominato che, prima temuto da tutti, si presenta ora come benefattore, spalancando le porte del castello a chiunque cerchi rifugio dal terrore degli Lanzichenecchi. L'oratorio dell’Immacolata di Germanedo è dedicato al grande dogma proclamato nel 1854 dal Pontefice Pio IX, l’ultimo papa re di Roma prima degli storici avvenimenti risorgimentali del 20 settembre 1870.
Una lapide sulla facciata della chiesetta ricorda: “Questo oratorio è dedicato alla Madre di Dio. Pietro, Gaspare, Francesco e Giovanni, fratelli Invernizzi, dalla devozione, con propri mezzi, fecero erigere, e non solo, munirono di sacre immagini, ma lo dotarono di molte regalità nell’anno del Signore 9 maggio 1854”.
A.B.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco