Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 137.339.104
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 28 settembre 2021 alle 08:14

Lecco: approvato il bilancio consolidato ma Linee Lecco perde 165mila euro

Il consiglio comunale di Lecco ha approvato nella seduta di lunedì sera il bilancio consolidato dell’ente, un bilancio positivo che fa però intravedere delle difficoltà in una delle società partecipate.
Il bilancio consolidato rappresenta il bilancio del Comune e delle sue partecipate insieme ovvero Linee Lecco, Lecco Trasporti, Lario Reti Holding e Silea. Ciò significa che i dati dei bilanci riclassificati delle società entrano nel bilancio consolidato in maniera proporzionale alla partecipazione in esse del Comune. L’assessore Roberto Pietrobelli ha spiegato come l’utile consolidato del 2020 si sia attestato sugli 11,9 milioni di euro, con un conto economico di 95 milioni di euro di componenti positive - 63 dal Comune e circa 32 dalle società - e 92 di componenti negative. La parte del patrimonio delle immobilizzazioni ha registrato 237milioni di euro - 217 milioni del Comune e 19 milioni derivanti dall’impatto delle aziende consolidate - mentre il patrimonio netto vale 242 milioni di euro, il 76 per cento di tutto il passivo.
“Un bilancio positivo e forte che rispecchia la struttura del Comune”, ha sottolineato il delegato al Bilancio, anticipando però la situazione critica di Linee Lecco: “La società nel 2020 ha avuto una situazione negativa per circa 165mila euro dal punto di vista economico. Difficoltà che hanno avuto lo scorso anno tutte le società di trasporti e per affrontare le quali il Decreto legge ‘Semplificazioni bis’ ha stabilito di neutralizzare l’impatto sull’obbligo di accantonamento fondi e il divieto di sostegno finanziario, cioè l’impedimento per il Comune di intervenire nei confronti della propria controllata per mitigare gli effetti negativi mitigati”. Molta la preoccupazione manifestata dalle forze di opposizione, che hanno chiesto di approfondire il tema durante un’apposita commissione che si svolgerà a metà ottobre.
M.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco