Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 137.118.656
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 10 ottobre 2021 alle 17:15

Lecco: la camminata a sei zampe lungo il Caldone per favorire il binomio uomo-cane

"Passeggiata a sei zampe" è il nome della camminata che si è svolta questo pomeriggio a Lecco. L'evento, organizzato dal Comune, ha riscosso un buon successo, pur essendo alla sua prima edizione. Partenza fissata in viale Monte Grappa con una settantina di persone iscritte e al seguito 35 amici a quattro zampe, protagonisti indiscussi del trekking. Nasce infatti per loro questo nuovo esperimento lecchese: una camminata nella natura studiata ad hoc per i cani e i loro padroni.

Il percorso, adatto a tutti, è stato strutturato anche per le persone a mobilità ridotta, che hanno raggiunto il resto del gruppo in via Movedo, in località Bonacina. L'itinerario, che ha avuto come perno il torrente Caldone, è stato studiato da due guide ambientali di Eco urban walk, Giulia Romani e Alice Caciornia. Presente all'evento anche l'assessore all'ambiente, verde urbano, mobilità e pari opportunità Renata Zuffi e alcuni membri di Ambientalmente.
Al termine della passeggiata, a cui hanno partecipato anche degli educatori cinofili della Croce Rossa Italiana e del Gruppo Cinofilo Lecchese, l'assessore all'ambiente Zuffi ha presentato il progetto "Bravo cittadino a 4 zampe", percorso formativo con test finale per il conseguimento del patentino E.N.C.I. CAE-1.
"L'idea è nata insieme agli amici di Ambientalmente con il fine di unire i temi ambientali alle esigenze di chi possiede un cane: a Lecco siamo piu' di 6000. In quella che è la riprogettazione del masterplan del verde abbiamo pensato di reinserire gli spazi attrezzati per cani, le aree di sgambamento, per dare qualità ai padroni ma anche al benessere degli animali perchè è giusto che ognuno abbia il suo spazio idoneo".

C'è poi un secondo tema sottolineato dall'assessore: ripensare a tutti i percorsi ciclo pedonali legati ai fiumi.

"Oggi uniamo il percorso guidato su un pezzo di torrente Caldone, con le 4 zampe dei nostri amici pelosi. E' da un po' di tempo che avremmo voluto fare questo evento, non è stato semplicissimo mettere insieme tutte le esigenze, quelle turistiche e quelle legate alla gestione degli animali, ma mi sembra sia andato tutto bene e anche il clima abbia aiutato. Spero che sia solo la prima di tante attività".

Nel progetto dell'amministrazione c'è infatti la volontà di riqualificare una serie di aree di sgambamento e spostarne alcune troppo vicine alle case in altre piu' idonee. L'idea è quella di progettare percorsi pedonali lungo i fiumi, rendendo così l'appuntamento di oggi un momento fisso.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

"Mi sembra, guardando, che ci sia un forte desiderio di aggregazione, e quindi il cane e i 4 zampe hanno questo bisogno di socialità, pare che davvero con la pandemia ci sia stato un aumento della scelta delle famiglie o dei singoli di diventare padroni di un cane. E allora dobbiamo imparare anche a dare spazio a questi animali all'interno della città".
E sulla formazione e il conseguimento di un patentino l'assessore Zuffi ha spiegato che "L'idea del patentino è fondamentale, ognuno deve rispettare le regole, insegnare al cane, che non è nato per vivere in città, quali sono le modalità per star bene. Questi patentini per i cani, presentati da Oipa e Gruppo cinofilo, ci dicono che con un minimo di investimento e un po' di impegno possiamo imparare a convivere tutti nel rispetto, ciascuno con la sua diversità".

Durante il percorso sono state presentate le guardie eco zoofile Oipa della sezione Lecco-Como e i compiti che svolgono sul territorio.

 

Le guardie OIPA

 

"Non tutti ci conoscono. Oggi facciamo assistenza, siamo felici di essere qui e di far vedere alla cittadinanza l'approccio che bisogna tenere con gli animali che non devono essere maltrattati e poi come influire sul loro benessere" ha spiegato Diana Rigamonti, coordinatrice delle guardie Oipa Lecco-Como "A giorni inizierà anche un corso per tutti coloro che desiderano diventare nuove guardie: chi passerà i vari esami sarà riconosciuto come pubblico ufficiale quale siamo noi".

Fondamentale la presenza anche del gruppo cinofilo lecchese, presente sul territorio dal 1978. Sono molti i cittadini, infatti, che frequentano i campi di addestramento e i servizi offerti per gli amici a 4 zampe dal gruppo che conta circa 200 soci. La mission è promuovere un rapporto responsabile con l'animale.

"Facciamo attività di addestramento, pet terapy e simili in provincia di Lecco. L'iniziativa di oggi è stata pensata quale forma di collaborazione importante con quelle che sono le associazioni come Oipa e la Croce Rossa Italiana per cercare di promuovere sul territorio quello che sono i patentini. Con questi riconoscimenti si controlla l'affidabilità cane-padrone. Vorremmo portare un progetto comune insieme all'assessore Zuffi, siamo felici che ci abbiano coinvolti in questa camminata perchè i cani sul territorio sono parecchi. Il nostro obiettivo è che il cane venga visto come animale da compagnia e non come un problema".

A chiudere la manifestazione una una ricca merenda presso la Taverna ai Poggi di Acquate.

A.G.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco