Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 137.121.392
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 12 ottobre 2021 alle 20:43

Valgreghentino: slitta al 2022 l'udienza per la morte di Beatrice

Era atteso per quest'oggi il verdetto in ordine alla morte di Beatrice Ceraudo, la 19enne di Olginate scomparsa nella tarda serata dello scorso 1°novembre a causa delle gravissime ferite riportate in un incidente stradale avvenuto a Villa San Carlo, nella vicina Valgreghentino.
Imputato per il reato di omicidio stradale l'amico Angelo Ingrassia, olginatese di 21 anni, alla guida della vettura sulla quale la ragazzina e un altro coetaneo viaggiavano.

Lo scenario dell'incidente mortale e a destra Beatrice Ceraudo

La scorsa udienza il suo legale - un avvocato del foro di Palmi - aveva chiesto di potersi avvalere del patteggiamento, con il giudice Salvatore Catalano che aveva acconsentito, rinviando tutto a stamani. Non restava infatti che concordare con il pubblico ministero una proposta di applicazione della pena congrua con la gravità dell'accaduto.
Da sciogliere però, restava (e resta) il nodo del risarcimento: la famiglia di Beatrice si è infatti costituita parte civile con l'avvocato Davide Monteleone del foro di Como. In attesa di questo passaggio, si tornerà dunque in aula il prossimo febbraio, nella speranza in quella data, di riuscire a chiudere la vicenda giudiziaria, conseguenza di un fatto dolorosissimo: la morte di una ragazza di soli 19 anni.
Erano le 23.30 quando la Ford Fiesta nera a bordo della quale viaggiava Beatrice - seduta sul sedile posteriore - procedeva lungo Via Kennedy. All'improvviso, giunta all'altezza del cimitero della frazione di Villa San Carlo, l'auto aveva improvvisamente sbandato e il giovane al volante ne aveva perso il controllo. Un urto devastante che purtroppo non ha lasciato scampo alla ragazza, mentre l'altro passeggero aveva riportato qualche ferita. Illeso invece Ingrassia, che era risultato positivo all'alcoltest. Per lui, oltre al ritiro della patente, era scattata la denuncia per omicidio stradale con l'apertura di un fascicolo a suo carico.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco