Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 141.791.266
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 14 ottobre 2021 alle 11:32

UP–Un Percorso/22: il Corno Birone, vertiginosa cima tra Civate e Valmadrera

Il Corno Birone è una delle vette lecchesi più riconoscibili. Si trova a dividere i comuni di Civate e Valmadrera, e la sua sagoma aguzza è ben visibile da Lecco. Osservato da sotto, poi, assume un aspetto decisamente imponente. Eppure, cambiando prospettiva, come ad esempio da San Pietro al Monte o dal Cornizzolo, il suo profilo quasi sparisce, diventando un anonimo cucuzzolo. Ebbene, comunque sia, quest’oggi per la rubrica UP – Un Percorso vi portiamo a scoprire questa cima, dalla quale si ha una vertiginosa vista sui paesi sottostanti. Oltre che, come sempre, sulla bellezza delle vette e dei laghi circostanti.



L’escursione che proponiamo è quella che parte dalla località Rii, ma non è l’unica possibile: si può salire anche, sempre da Civate, dalla località Val dell’Oro, oppure da Valmadrera. Il percorso che vi suggeriamo invece è il sentiero 9, che si stacca sulla destra dal sentiero 10 che porta da Civate a San Pietro al Monte e al Cornizzolo. Sebbene l’escursione non sia particolarmente lunga (tra un’ora e un quarto e un’ora e mezza), il dislivello da affrontare è notevole: ben 800m. Si tratta quindi di una camminata ripida, che richiede quindi un buon allenamento. In ogni caso il sentiero non presenta difficoltà tecniche particolari.

Partenza: Civate, loc. Rii (315m slm)
Arrivo: Corno Birone (1.116m slm)
Sentiero: 9
Durata: 1 ora 30 minuti
Dislivello: 801m
Difficoltà: E
Adatto ai bambini: 6+

Lasciata la macchina in località Rii, come per altre escursioni che vi abbiamo proposto, la camminata inizia salendo a piedi verso Pozzo seguendo la strada a traffico limitato. Per chi volesse provare un giro diverso, dal Rii si può andare verso la frazione Scola e, da lì, imboccare un sentiero che porta in località Oro, dove si arriva anche con il sentiero che passa dal Pozzo. In questo caso, superate le case, si svolta a destra, imboccando la mulattiera per San Pietro. In pochi minuti si arriva a Oro, dove inizia la salita vera e propria verso la basilica.



Dopo circa 10 minuti, sulla destra troviamo il punto terminale della teleferica che serve per trasportare le merci a San Pietro. Qualche metro oltre, sempre sulla destra, si arriva a un bivio dove sono presenti le indicazioni per il Corno Birone, lungo il sentiero 9. Imboccato questo (che da mulattiera diventa in terra battuta), per i primi metri si procede in piano fino a raggiungere il torrente Toscio, che si attraversa agilmente.
A questo punto comincia la salita vera e propria, con il tracciato che s’inerpica sul versante opposto della vallata. Questo tratto è il più ripido. Dopo circa 40 minuti dalla partenza, si esce dal bosco e si incrocia il cosiddetto sentiero Luisin (n. 7), che dalla Basilica di San Pietro al Monte porta, a mezza costa, a San Tomaso, a Valmadrera, ma non bisogna imboccarlo: proseguiamo sempre sul numero 9 che ora sale, con una pendenza sempre sostenuta, tra i pendii verdi ai piedi delle pareti rocciose del Monte Rai. Lungo il percorso si trova anche una deviazione per il Sentiero del 50° della Società Escursionisti Civatesi (9A): anche in questo caso ignoriamo la deviazione, tenendo la destra. Superato un piccolo casotto, in una decina di minuti si arriva a una sella.



Qui incrociamo il sentiero 1, che, proveniente da Valmadrera, collega il Corno Birone e il Monte Rai. Svoltando a destra, in pochi passi arriviamo alla croce di vetta (1.116m slm). La vista, a strapiombo, è spettacolare: si vede, a sinistra, la città di Lecco con le Grigne e il Resegone a fare da cornice; il Monte Barro proprio sotto, e poi il Lago di Annone in cui sembra di potercisi tuffare dentro.
A questo punto la camminata può proseguire verso il Monte Rai e da lì al rifugio SEC, a cui si arriva in circa mezz’ora. In alternativa si può scendere dallo stesso sentiero dell’andata, oppure percorrere il numero 8 per tornare a Civate in località Val dell’Oro.

Michele Castelnovo
www.trekkinglecco.com

Articoli correlati:
07.10.2021 - UP – Un Percorso/21: Pianezzo e il Corno di Canzo orientale con un giro ad anello da Valmadrera
30.09.2021 - UP–Un Percorso/20: in cima al Magnodeno, la montagna più chiacchierata dell'anno
23.09.2021 - UP-Un Percorso/19: il sentiero 1 di Lecco, la 'classicissima' per il Resegone
16.09.2021 - UP – Un Percorso/18: in cammino verso la Basilica di San Pietro al Monte
05.08.2021 - UP–Un Percorso/17: se agosto sembra ottobre... ecco cinque camminate ''rain friendly''
29.07.2021 - UP–Un Percorso/16: via dal caldo, fuga in Alta Valtellina con un'escursione al Rifugio Pizzini
22.07.2021 - UP–Un Percorso/15: dall'Alpe Giumello alla vetta panoramica del Monte Croce di Muggio
15.07.2021 - UP–Un Percorso/14: la via estiva dal Pialeral per salire in cima al Grignone
08.07.2021 - UP–Un Percorso/13: adrenalina e vertigini, il Sentiero dei Pizzetti sul San Martino
01.07.2021 - UP – Un Percorso/12: in vetta alla Grignetta per la classica Cresta Cermenati
24.06.2021 - UP-Un Percorso/11: alla scoperta della Val Biandino, un 'paradiso' naturale
17.06.2021 - UP – Un Percorso/10: il Monte Legnoncino, il balcone (per tutti) sul Lago di Como
10.06.2021 - UP – Un percorso/9: sul Bolettone dall'Alpe del Viceré per una camminata fuori provincia
03.06.2021 - UP – Un percorso/8: alla scoperta del Monte Ocone con un giro ad anello da Carenno
27.05.2021 - UP - Un Percorso/7: una bella passeggiata da Balisio al Pialeral
20.05.2021 - UP - Un Percorso/6: il Due Mani e la sua splendida vista, con partenza dalla Forcella di Olino
13.05.2021 - UP - Un Percorso/5: da Moggio ai Piani d'Artavaggio per la fioritura dei crochi
06.05.2021 - UP - Un Percorso/4: da Lecco fino alla cima del Monte Barro, per una vista impareggiabile
29.04.2021 - UP – Un Percorso/3: al Rifugio Rosalba per il Sentiero delle Foppe, primo approccio alla Grignetta
22.04.2021 - UP – Un Percorso/2: il Monte Melma, la montagna più snobbata. Itinerario da Cereda alla vetta
15.04.2021 - UP - Un Percorso: nuova rubrica lungo i sentieri lecchesi. Si parte da quello che passa dalle pozze del... Cornizzolo
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco