Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 142.210.154
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 14 ottobre 2021 alle 19:02

Dervio: controlli in stazione, nordafricano in fuga finisce in un dirupo. Soccorso 'in rosso'

E' stato preso in carico dai volontari del Soccorso Bellanese e trasferito in ospedale in codice rosso, dunque di massima gravità, il nordafricano di 30 anni che nel tardo pomeriggio odierno è caduto rovinosamente - per ben due volte - finendo in un dirupo fuori strada a Dervio.

Un iniziale volo di circa due metri da un muretto e una caduta successiva mentre cercava di scavalcare un cancello, in una fuga dettata, da quanto emerso sino ad ora, dalla volontà del ragazzo di sottrarsi ad un mirato controllo operato dagli agenti della Polizia Locale presso lo scalo ferroviario del paese, nell'ambito del recentissimo Accordo per la promozione della sicurezza integrata nelle stazioni e zone limitrofe sottoscritto il mese scorso da una serie di comuni "affacciati" sulla Tirano-Lecco-Milano, coordinati dalla Prefettura, su spinta di Regione Lombardia con l'assessore Riccardo De Corato pronto a elevare il protocollo nostrano a modello anche per altre province.
Impiegati quest'oggi a Dervio agenti del locale comando dell'Alto Lago con il supporto dei colleghi di Mandello, in due pattuglie. Vista avvicinarsi la prima auto alla stazione, cinque soggetti avrebbero tentanto una precipitosa fuga, rincorsi dalle divise. Tra loro anche il giovanotto che parrebbe aver poi battuto la testa, perdendo in un secondo momento anche conoscenza. Da qui la chiamata al numero unico per le emergenze con l'attivazione tanto dell'ambulanza tanto dell'automedica. Valutate in posto le condizioni dell'extracee ne è stato disposto il trasferimento al pronto soccorso, come anticipato, in codice rosso per i traumi rimediati al cranio, al torace e al volto. Durante il trasporto il giovane si sarebbe svegliato, manifestando una reazione violenta nei confronti dei soccorritori, stessa scena presentatasi poi in ospedale a Gravedona.
Ancora da chiarire il perchè dell'allontamento del giovane all'arrivo degli agenti.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco