Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 142.009.463
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 16 ottobre 2021 alle 15:01

Calcio: trasferta a Mantova per il Lecco, 'bisogna sbloccarsi'

LEGA PRO
NONA GIORNATA: MANTOVA – LECCO DOMANI, DOMENICA, 17,30


Spronati dal successo interno sul Padova, i blucelesti viaggiano verso il Mincio con fondate speranze di fare bottino pieno. Domani ci sarà da affrontare al “Martelli” (17,30) il Mantova che cerca a sua volta punti per risalire la classifica dopo un avvio di torneo insoddisfacente.
La vigilia è zeppa di significati, soprattutto per i precedenti incontri con i virgiliani, gli ultimi dei quali decretarono la discesa degli aquilotti in serie D. Era la stagione 2011/12 e i playoff contro i mantovani non furono esenti da polemiche e recriminazioni da parte dei lecchesi.
“Tutto ciò potrebbe rappresentare uno stimolo in più per i nostri atleti – ha osservato mister Mauro Zironelli – Guardando al presente, dovremo dare continuità a ciò che è stato fatto di recente. La prestazione di sabato contro il Padova ha trasmesso un bel segnale al campionato e soprattutto a noi stessi. Non dobbiamo però trastullarci con questo risultato, poiché servirà mandare un ulteriore segnale”.   
Il Lecco, quinto con quindici punti, si è finora dimostrato implacabile al “Rigamonti-Ceppi” ma poco produttivo fuori casa, dove ha conquistato soltanto tre punti. Quali sono i motivi di tale discrepanza ?
“Il rendimento esterno non rispecchia certo le prestazioni che, Trieste a parte, ci sono sempre state. Motivi? Forse siamo come gli studenti che a casa fanno bene i compiti e risolvono tutti i problemi ma nel momento in cui si trovano davanti all'insegnante subiscono l'ansia. Quindi l'importante è sbloccarci ed essere ancora più tignosi e aggressivi”.    
Il Mantova è dodicesimo a quota otto, con una sola vittoria all'attivo. Per il resto ha collezionato cinque pareggi e due sconfitte. In casa la formazione biancorossa esibisce un bilancio in perfetto equilibrio: un successo (2-1 al Piacenza), un pari (1-1 con la Giana) e una sconfitta (1-0 dalla Juventus U23). In totale i gol realizzati dai mantovani sono otto, contro i nove subiti. Il miglior realizzatore è il paulista Caio De Cenco - tre centri - giocatore che quando adocchia il bluceleste si esalta. Lo ricordiamo soprattutto in un Pontedera-Lecco di due anni fa, quando firmò una tripletta nel successo dei toscani sui lecchesi per 4-1.  
“Non sappiamo se giocherà De Cenco che è un attaccante  importante – ha detto mister Zironelli riguardo agli avversari – Il Mantova ha in rosa  giocatori adatti alla categoria. Dovremo prestare, come sempre, la massima attenzione. Tuttavia starà a noi fare bene il lavoro e centrare  l'obiettivo punti” .   
Domani il tecnico lecchese dovrà rinunciare agli infortunati Sperandeo, Purro e  Battistini. La formazione è top secret. L'allenatore vicentino  preferisce giustamente non offrire riferimenti agli avversari. Comunque chiediamo se ci sarà spazio dal primo minuto per Simone Ganz, ex del Mantova ( l'anno scorso undici gol con i biancorossi). “ Non dipenderà dall'essere stato un giocatore del Mantova, un ex, il suo eventuale utilizzo – ha chiarito Zironelli -  Tutti i giocatori stanno progredendo e occorre un segnale da parte di chi ha giocato di più e da chi ha giocato meno.
Considerati i tre impegni ravvicinati in una settimana (Mantova, Renate infrasettimanale, Pergolettese, n.d.r.) ci sarà occasione per dare spazio un po' a tutti. A Ganz finora è mancata un po' di fortuna. I gol arriveranno poiché siamo una squadra che crea occasioni”.    
La sfida tra Mantova e Lecco è un altro classico proposto dalla serie C in questa stagione. I primi confronti diretti tra le due squadre risalgono al campionato di C 1938/39 e i dati storici annotano il successo dei virgiliani in casa per 1-0 e la rivincita dei blucelesti nel ritorno grazie ai gol di Rizzi e Prata Pizzala (2-1). In seguito sono state diverse le occasioni di sfida, perfino in serie A e spesso in serie B. Come accennato, gli ultimi due confronti  playout di C 2011/12, hanno lasciato parecchio amaro in bocca ai lecchesi, sconfitti nella gara decisiva al “Martelli” (2-1) dopo il pareggio casalingo per 1-1. Di quei due match, agonisticamente accesi, l'unico superstite è  Ivan Merli Sala, un  combattente vero che avrà motivo di vendicarsi sportivamente    
Domani dirigerà Francesco Luciani di Roma, assistito da Alex Cavallina di Parma e Veronica Vettorel di Latina.

Le altre partite della nona giornata: Pro Patria-Sudtirol, Triestina-Fiorenzuola, Feralpi Salò-Legnago, Giana Erminio-Vecomp Verona, Juventus U23-Seregno, Padova-Trento, Pergolettese-Albinoleffe, Piacenza-Pro Sesto, Renate-Pro Vercelli.

Classifica: Padova 19, *Sudtirol 17, Renate e Albinoleffe 16, Lecco 15, Feralpi e Pro Vercelli 14, Trento 12, *Juventus U23, Seregno e Triestina 9, Mantova, *Piacenza, *Legnago, Pro Patria, Giana, Fiorenzuola 8, Vecomp Verona e Pergolettese 5, Pro Sesto 3.    

* una partita in meno.
R.F.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco