Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 141.717.716
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 19 ottobre 2021 alle 09:09

Galbiate, PD: falsa partenza per il Consiglio Comunale

Il 16.10.21 si è tenuto il Consiglio Comunale di insediamento della nuova amministrazione di Galbiate.
Tale prima seduta non sembra essere partita con il piede giusto.
Già la scelta di riservare 12 dei 20 posti disponibili per il pubblico a persone invitate e selezionate dal gruppo di maggioranza è una decisione quantomeno infelice.
Altrettanto infelice è la decisione di togliere la parola al consigliere Attilio Tentori del gruppo di opposizione Galbiate Riparte, nel momento in cui ha toccato un nervo scoperto per la maggioranza: la fondatezza delle affermazioni diffuse alla vigilia delle elezioni sugli esiti di un incontro, peraltro intempestivo e irrituale, organizzato dall'allora Commissario Prefettizio tra i candidati sindaci.
Non si comprende perchè il Sindaco, dopo il suo giuramento, abbia potuto fare il suo discorso in tutto tranquillità e la stessa cosa non la possono fare i consiglieri di opposizione, sol perchè introducono questioni a lui sgradite.
Infelice è l'uscita del Sindaco Montanelli di definire “show” l'intervento di un consigliere di opposizione o di pretendere di indirizzarne gli interventi.
Il Consiglio comunale è e rimane lo spazio privilegiato per il dibattito politico tra le forze elette ed è quindi più che lecito che, nella seduta di insediamento, i consiglieri esprimano considerazioni di carattere politico, perchè anche da queste scaturiscono indicazioni sulla futura azione amministrativa.
Infine non è certo il segretario comunale il soggetto legittimato ad invitare i consiglieri a non polemizzare, a non fare campagna elettorale, o ad attenersi all'ordine del giorno, come inelegante è stato il suo invito ad andare a leggersi i regolamenti del Consiglio comunale, che ognuno ben conosce.
La speranza è che dopo questa falsa partenza il Consiglio Comunale possa in futuro lavorare con più serenità e rispetto reciproco, e dove ognuno non travalichi i limiti dei propri ruoli.

Il Coordinatore del Circolo PD di Galbiate
Giuseppe Visconti

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco