Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 146.411.077
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 20 ottobre 2021 alle 13:27

Lecco: riparte la stagione teatrale con prosa e musica

Riparte anche la stagione teatrale del Comune di Lecco dopo un anno e mezzo di fermo forzato per il Covid (durante il quale si è comunque riusciti a garantire spettacoli in streaming per le scuole). Ed era visibilmente emozionata l’assessore e vice sindaco Simona Piazza nel presentare il cartellone in quella che ha definito «una giornata importante».
Confermata la formula consolidata negli anni passati: un doppio binario per la prosa con otto rappresentazioni complessive, la musica classica con quattro appuntamenti, i “Pomeriggi a teatro” per i meno giovani con tre iniziative. La novità è costituita da due spettacoli che vanno sotto il nome di “Istruttori di volo” e che costituiscono una mini rassegna «sperimentale – ha detto Piazza - che ha l’obiettivo di coinvolgere i ragazzi: in scena l’attore e regista Corrado D’Elia (il 9 febbraio a presentare la figura del fondatore di Apple, Steve Jobs) e lo psichiatra Paolo Crepet (il 30 marzo, ad affrontare le conseguenze psicologiche della pandemia). Biglietto d’ingresso a 13 euro (ridotto 10).


Edi D'Agnese, Simona Piazza e Giuseppe Borgonovo



Ruben Jais

Per quanto riguarda le tradizionali stagioni di prosa, come detto, è stato mantenuto il doppio cartellone: la “prosa arancio” e la “prosa blu”. Listati d’arancio, Paolo Hendel e il suo manifesto per una vecchia felice (16 novembre); le “Lettere d’amore” dell’americano Gurney con Barbara De Rossi ed Enzo De Caro (14 dicembre); le goldoniane “Smanie per la villeggiatura” per la regia di Stefano Artissunch con la compagnia “Synergie Arte Teatro”, in anteprima nazionale (2 febbraio); le “Baccanti” di Euripide con il Teatro Stabile di Catania (1° marzo). Il programma “blu”, invece, propone un Don Chisciotte” con Marco Zoppello e Michele Mori (23 novembre); i testi del Ruzante nell’interpretazione di Natalino Balasso (30 novembre); lo show per il decennale degli Oblivion” per la regia di Giorgio Gallione (12 gennaio); l’ormai rodato spettacolo “La coscienza di Zeno” con Corrado Tedeschi (23 febbraio).
Tutti gli appuntamenti con la prosa saranno al Teatro Palladium di Castello. Biglietto d’ingresso singolo a 20 euro (ridotto 15) e abbonamenti a 70 euro per ciascuno dei due cicli di quattro spettacoli (ridotto 50). Previsto anche un abbonamento per tutti e otto gli spettacoli a 125 euro (ridotto 85).



Per il calendario musicale realizzato ancora una volta con “la Verdi” di Milano (orchestre barocca e sinfonica, quartetto d’archi e cori), primo appuntamento il 28 novembre con Bach (i Concerti Brandeburghesi 2 e 5, la Suite n.3 in Re Maggiore e il Triplo Concerto in La minore; direttore, Ruben Jais); il 16 dicembre, concerto natalizio con il Quartetto d’archi e il coro giovanile, diretti da Maria Teresa Tramontin; il 19 gennaio, di scena i solisti con brani di Bach, Villa-Lobos, Haendel, Graziani, Pachelbel, Johan Strauss figlio; infine, il 12 marzo, le Quattro Stagioni di Vivaldi e brani di Astor Piazzolla in un confronto tra l’orchestra sinfonica e quella barocca, dirette da Ruben Jais. Tutti i concerti si terranno alla Casa dell’Economia (con un ringraziamento dell’assessore Piazza alla Camera di commercio che ha concesso gratuitamente l’uso dell’auditorium). Biglietti singoli a 15 euro (ridotto 13) e abbonamento a 50 euro (ridotto 45).



Saranno invece al Cenacolo francescano gli appuntamenti dei “Pomeriggi a teatro” rivolti alle persone più avanti con l’età, con tre appuntamenti sempre alle ore 16, tra musica e operetta: il 13 novembre, “Rossini Flambé per la regia di Alberto Grilli; il 4 dicembre, le “Quattro stagioni” di Vivaldi eseguite dall’Orchestra Sinfonica di Lecco; il 18 dicembre, “Sogno viennese” per la regia di Corrado Abbati su musiche di Lehar, Kalman, Abraham e Strauss. Biglietti d’ingresso a 15 euro (ridotto, 13).
Gli abbonamenti saranno in vendita dal 27 ottobre per la prosa e dall’8 novembre per la stagione musicale, i biglietti dal 3 novembre per i “Pomeriggi a teatro”, dal 10 novembre per la prosa, dal 22 novembre per la musica, dal 13 dicembre per la mini rassegna “Istruttori di volo”.
Il programma è stato presentato in conferenza stampa. Oltre all’assessore Simona Piazza, che ha sottolineato come nonostante il Sociale sia ancora chiuso per i lavori di ristrutturazione «il teatro a Lecco non si è mai fermato», erano presenti la dirigente del Settore Cultura del Comune Edi D’Agnese, il presidente di Acel Energie Giuseppe Borgonovo in qualità di sponsor, che ha parlato della necessità per tutti di tornare a emozionarsi, nonchè il direttore della “Verdi” Ruben Jais a rinsaldare la collaborazione tra l’orchestra sinfonica milanese e il Comune di Lecco.

Per la brochure con il programma completo e tutte le informazioni CLICCA QUI.
D.C.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco