Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 142.277.245
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 09 novembre 2021 alle 13:00

Elezioni: nascono i 'Civici per la Provincia' e non appoggiano nè Passoni nè Hofmann

Un momento delle elezioni nel 2017
Potrebbe essere sfida a tre, con un nuovo concorrente in corsa con Marco Passoni (già lanciato da Pd e compagni) e Alessandra Hofmann (candidato in pectore per Forza Italia-Lega-Fratelli d'Italia pur senza ancora l'investitura ufficiale). E anche se non lo sarà, una cosa è ormai certa: nella dicotomia centrodestra-centrosinistra si è inserito un terzo soggetto che vuole dire la sua o almeno provarci. Un soggetto che sta catalizzando interesse. Anche perchè a sostenerlo sono in primis tre sindaci che di politica ne masticano, eccome.
Il rinnovo dell'amministrazione provinciale a Lecco dopo due elezioni con un solo candidato alla poltrona sostenuto da tutti i partiti - ad eccezione della sinistra più rossa, sempre rimasta fuori "dall'inciucio" - sta diventando incubatoio di novità. A partire dall'asse costituito da Antonio Rusconi (Valmadrera), Giuseppe Conti (Garlate) e Stefano Motta (Calco), spalleggiati poi anche da Piergiovanni Montanelli (Galbiate) e Mauro Artusi (Primaluna), è infatti nato un progetto indicato sotto il nome di "Civici per la Provincia", che con tutta probabilità porterà alla creazione di un'omonima lista che non necessariamente, però, avrà un suo candidato alla presidenza.
"In ogni caso non sosterremo nessuno, nè Marco Passoni nè un suo eventuale avversario" ha precisato il primo cittadino di Garlate, che nelle scorse settimane, insieme ai quattro colleghi sopra citati, ha firmato un documento programmatico per stimolare il confronto attorno ad alcuni punti ritenuti strategici per il domani dell'ente. "Gli obiettivi principali sono due: riaffermare l'identità della nostra Provincia, dopo anni in cui molti centri decisionali sono stati spostati al di fuori del lecchese e insistere per un'economia legata all'ambiente, sulla quale investire per il futuro".
La nuova iniziativa - civica, e dunque slegata da logiche partitiche, almeno formalmente - ha già visto l'adesione di una ventina tra sindaci e amministratori del territorio, che hanno condiviso con i primi cinque firmatari i contenuti del documento dando la propria disponibilità a partecipare al progetto di "Civici per la Provincia".

Di seguito l'elenco aggiornato dei firmatari:
Guido Agostoni - Consigliere Comunale di Pasturo,
Adriano Airoldi - Sindaco di Introbio,
Bruno Anzani - Consigliere comunale di Costa Masnaga,
Mauro Artusi - Sindaco di Primaluna,
Alessandro Bertolini - Consigliere comunale di Colico,
Umberto Bonacina - Consigliere Comunale di Costa Masnaga,
Maria Butti - Vicesindaca di Galbiate,
Cesare Colombo - Consigliere comunale di Valmadrera,
Giuseppe Conti - Sindaco di Garlate,
Maurizio Corbetta - Consigliere comunale di Cassago Brianza,
Martina Dell'Oro - Consigliera comunale di Valmadrera,
Giovanni Ghislandi - Consigliere Comunale di Imbersago,
Raffaele Grega - Consigliere comunale di Colico,
Matteo Magni - Consigliere comunale di Galbiate,
Giovanna Milesi - Assessore di Erve,
Piergiovanni Montanelli - Sindaco di Galbiate,
Stefano Motta - Sindaco di Calco,
Angelo Negri - già Sindaco di Nibionno,
Aldo Riva - Sindaco di Castello Brianza,
Antonio Rusconi - Sindaco di Valmadrera,
Cesare Valsecchi - Consigliere comunale di Calolziocorte,
Corrado Valsecchi - Consigliere Comunale di Lecco,
Giancarlo Valsecchi - Sindaco di Erve.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco