Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 142.281.596
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 10 novembre 2021 alle 18:22

Il PD perde un altro 'pezzo': il segretario del circolo di Calolzio lascia... per i Civici

Cesare Valsecchi
Adriano Airoldi non aderisce a i Civici per la Provincia. L'elenco diffuso ieri dai promotori della formazione in via di costituzione in vista del rinnovo delle cariche a Villa Locatelli contiene un errore: il nome del primo cittadino di Introbio è da depennare. Chiarito il punto, si può passare oltre. Perché, senza nulla togliere a Airoldi, la vera notizia sta dall'altro capo della lista di cognomi: Valsecchi, Cesare Valsecchi, già sindaco di Calolzio, ora capogruppo d'opposizione ma soprattutto ad oggi ancora segretario del circolo PD del capoluogo della Val San Martino, Erve e Vercurago.
E in questo caso non si tratta di una cantonata.
La conferma arriva dal diretto interessato che, con la calma che lo contraddistingue, spiega di avere ancora in tasca la tessera del Partito Democratico ma di non aver intenzione di rinnovare l'adesione per l'anno venturo, condividendo il percorso "delle persone uscite nel 2019" come ha asserito con inequivocabile riferimento a chi ha seguito Matteo Renzi in Italia Viva, come - per restare a Calolzio - Paolo Autelitano ma anche come Stefano Motta e Antonio Rusconi, non a caso promotori, insieme a Giuseppe Conti (rimasto però solo qualche mese nel movimento dell'ex sindaco di Firenze) dei "Civici per la Provincia" che ieri, proprio per bocca di quest'ultimo, hanno annunciato che non daranno il loro appoggio né ad Alessandra Hofmann, candidata non ancora ufficializzata del centrodestra, né a Marco Passoni sostenuto invece dal centrosinistra. Con il PD in testa. "Rassegnerò le mie dimissioni" spiega Valsecchi circa al ruolo di coordinatore dell'articolazione calolziese del partito. "Si era detto che avrebbero dovuto fare un circolo unico per la Val San Martino, unendo i due attuali e dunque quello di Calolzio-Erve-Vercurago e quello di Monte Marenzo-Carenno. Ancora però non sono arrivati alla conclusione. Io attendevo solo quello prima di lasciare". Per migrare a Iv. Anche se "per ora ho sottoscritto solo il documento del gruppo, civico" la puntualizzazione.
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco