Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 141.716.678
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 23 novembre 2021 alle 10:35

Pronti per essere spesi 3 milioni di euro sulla sp 72, da Abbadia fino a Colico asfalti e parapetti nuovi

Un tratto della sp72 sull'Alto Lago.
Immagine di repertorio
La convenzione con il Ministero è prossima alla sottoscrizione. La Provincia di Lecco si prepara a investire ben 3 milioni di euro - “finanziamenti statali recuperati già da qualche tempo” come puntualizzato dal consigliere Mattia Micheli - lungo l'asse della sp72, da Abbadia a Colico.
Ieri sera in consiglio è stata approvata – all'unanimità – una variazione al bilancio che, tra le altre cose,  ridefinisce all'allocazione di tali risorse, ripartendole diversamente sul 2021 e sul 2022, anno su cui è stato riversato il grosso della spesa e dunque ben 2.4 milioni di euro.
Il punto è stato introdotto dal consigliere alla Finanze Giuseppe Scaccabarozzi che ha poi lasciato la parola al collega con delega alla Viabilità per le specifiche sull'intervento, legato alle Olimpiadi invernali 2026.  “La variazione è conseguente all'accordo che stiamo definendo con il Ministero” ha riferito Micheli, spiegando come 1.5 milioni di euro saranno destinati alle asfaltature, 450.000 euro per la sistemazione delle pareti rocciose incombenti sulla strada a lago e 1.050.000 euro per la sostituzione dei parapetti.
Insomma, gli interventi previsti, rimetteranno a nuovo (o quasi) la sp72, esclusa dal piano manutenzioni straordinarie già redatto, proprio in considerazione dell'attribuzione a tale arteria del “gruzzoletto” recuperato da Roma, grazie, in particolare, alla senatrice Antonella Faggi, come puntualizzato dal capogruppo di Libertà e Autonomia. “Con questi soldi si riuscirà a intervenire in maniera efficace”.

Mattia Micheli
E risorse sono in arrivo anche per il potenziamento della viabilità nelle aree più “disagiate” del nostro territorio attraverso il progetto “Strategia Nazionale aree interne – Miglioramento dell'accessibilità e della sicurezza delle strade” finanziato con fondi del PNRR.
2.3 milioni di euro circa la cifra spettante al lecchese, per il tramite della Provincia di Como, diretta beneficiaria dei contributi da ripartire poi per tra Alto Lago e Valli del Lario.
148.200 euro la cifra prevista per il 2021, 371.500 euro per il 2022, 223.000 per il 2023. E ancora 371.500 euro per il 2024, 743.000 euro per il 2025 e 371.500 euro per il 2026.
“Sono risorse importanti che non potranno essere assegnate a pioggia” ha puntualizzato Micheli, ricordando come l'obiettivo ultimo del progetto sia sostenere le realtà locali più svantaggiate per posizione geografica, per evitare lo spopolamento dei borghi periferici.
Come saranno usati quei soldi non è ancora stato articolato. “Dobbiamo riuscire a capitalizzare al massimo con 3-4-5 interventi per dare risposte sostanziali”, la chiosa però del consigliere delegato.

A gestire i fondi sarà il nuovo il nuovo consiglio che si insedierà dopo le elezioni del 18 dicembre. Un consiglio che, come riconosciuto da Scaccabarozzi, avrà sì molto da fare ma avrà anche le risorse per agire, cosa non scontata viste le difficoltà a far quadrare i conti patite negli ultimi anni.
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco