Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 159.417.082
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 26 novembre 2021 alle 10:48

UP–Un Percorso/28: salita a San Calimero, l'inconfondibile chiesetta dal tetto rosso sopra Pasturo

Per godere appieno della bellezza della montagna e della gioia che da essa discende, non c’è bisogno di inerpicarsi su vette ardimentose. Capita spesso, infatti, che le camminate più soddisfacenti siano anche semplici, o a bassa quota. È il caso anche dell’escursione che vi proponiamo in questa nuova puntata di UP – Un Percorso: andremo infatti alla scoperta della graziosa chiesetta di San Calimero dall’inconfondibile tetto rosso. Siamo sopra Pasturo, ai piedi del Grignone. Il sentiero per arrivarci è molto facile, ma la bellezza del luogo vi lascerà senza fiato. Promesso.

Partenza: Baiedo di Pasturo (600m slm)
Arrivo: Chiesetta di San Calimero (1.493m slm)
Sentieri: nn
Difficoltà CAI: E
Durata: 1h30min/2h
Dislivello: 893m
Adatto ai bambini: sì

I tempi di percorrenza e il dislivello non sono trascurabili, ma comunque la camminata si svolge interamente su un sentiero largo e ben battuto, senza pericoli particolari. Poco prima dell’inizio del nucleo di case di Baiedo, frazione di Pasturo, è possibile lasciare l’auto in un parcheggio nell’omonima via. Questa è la partenza dell’escursione. A piedi ci avviamo quindi verso il piccolo borgo, seguendo le indicazioni per i Piani di Nava, il Rifugio Riva e la Chiesa di San Calimero sui cartelli.





Usciti dalle case, si imbocca una comoda strada agrosilvopastorale che sale a tornanti nel bosco, con alcuni tratti un po’ ripidi. Dopo circa 40 minuti, si sbuca all’imbocco dei deliziosi Piani di Nava, amena località erbosa costellata di baite ai piedi dell’imponente Pizzo della Pieve, propaggine settentrionale del Grignone.





La strada percorre i Piani di Nava con andamento pianeggiante, finché si raggiunge un bivio: proseguendo dritti in pochi minuti si arriva al Rifugio Riva, svoltando a sinistra invece si prosegue verso San Calimero. Ci dirigiamo appunto a sinistra. La strada ora si stringe e diventa un sentiero che risale i prati tra le baite fino ad arrivare al limite superiore dei Piani, da dove si gode di una bella vista sul pianoro sottostante. Il sentiero riacquista larghezza e rientra nel bosco. Ignoriamo alcune deviazioni per il Rifugio Riva e proseguiamo sul tracciato principale. Come dicevamo, può capitare di dover percorrere alcuni tratti un po’ ripidi, ma mai esposti o pericolosi. Lasciata alle spalle la località Pialanchetta (1.050m), raggiungiamo infine alcune baite isolate da cui si gode di una bella vista sulla Valsassina.





Siamo quasi arrivati: il tetto rosso della chiesetta inizia a intravedersi tra gli alberi. Il percorso nell’ultimo tratto si restringe diventando un “normale” sentiero di montagna. Dopo circa un’ora dai Piani di Nava, quindi poco meno di due da Baiedo, si arriva al cospetto di San Calimero. Definita una “sentinella che domina la Valsassina”, è effettivamente così: l’edificio si trova in una posizione prominente da cui si può vedere tutta la valle con le montagne che la circondano. La chiesa risale verosimilmente al XIV secolo, ma ha subito alcuni restauri importanti nel Novecento.





Secondo la leggenda, Calimero era uno dei sette fratelli eremiti che vivevano tra le montagne intorno al lago di Como, in posizioni strategiche e con un collegamento visivo l’uno con l’altro. Per comunicare tra di loro, o anche solo per salutarsi, infatti i fratelli accendevano dei falò. Gli altri eremiti della leggenda sono Zefiro sul Legnoncino, Ulderico sul Monte Muggio, Eulalia a Gravedona, Eufrasia a Dongo, Grato a Bellano, Defendente a Varenna, oltre a, appunto, Calimero a Pasturo.




La nostra escursione è terminata qui. Ma, chi vuole, può proseguire verso il Pialeral e il Rifugio Antonietta, che si trovano a circa 40 minuti di cammino, e da lì ridiscendere a Pasturo. Altrimenti, si può tornare indietro dallo stesso sentiero con l’andata. Magari concedendosi una meritata sosta al Rifugio Riva, situato molto vicino ai Piani di Nava e sempre ben indicato dai cartelli. Con la dovuta esperienza, il percorso è affrontabile anche in mountain bike.

Michele Castelnovo
www.trekkinglecco.com
Articoli correlati:
18.11.2021 - UP-Un Percorso /27: sul Resegone con la neve. Il sentiero da Morterone
11.11.2021 - UP–Un Percorso/26: in gita sulla neve al Rifugio Casera Vecchia di Varrone da Premana
04.11.2021 - UP – Un Percorso/25: il panorama mozzafiato sul lago dal Sasso di Preguda
28.10.2021 - UP – Un Percorso/24: alla conquista del Pizzo Tre Signori da Introbio (parte 2)
21.10.2021 - UP – Un Percorso/23: alla conquista del Pizzo Tre Signori da Introbio (parte 1)
14.10.2021 - UP–Un Percorso/22: il Corno Birone, vertiginosa cima tra Civate e Valmadrera
07.10.2021 - UP – Un Percorso/21: Pianezzo e il Corno di Canzo orientale con un giro ad anello da Valmadrera
30.09.2021 - UP–Un Percorso/20: in cima al Magnodeno, la montagna più chiacchierata dell'anno
23.09.2021 - UP-Un Percorso/19: il sentiero 1 di Lecco, la 'classicissima' per il Resegone
16.09.2021 - UP – Un Percorso/18: in cammino verso la Basilica di San Pietro al Monte
05.08.2021 - UP–Un Percorso/17: se agosto sembra ottobre... ecco cinque camminate ''rain friendly''
29.07.2021 - UP–Un Percorso/16: via dal caldo, fuga in Alta Valtellina con un'escursione al Rifugio Pizzini
22.07.2021 - UP–Un Percorso/15: dall'Alpe Giumello alla vetta panoramica del Monte Croce di Muggio
15.07.2021 - UP–Un Percorso/14: la via estiva dal Pialeral per salire in cima al Grignone
08.07.2021 - UP–Un Percorso/13: adrenalina e vertigini, il Sentiero dei Pizzetti sul San Martino
01.07.2021 - UP – Un Percorso/12: in vetta alla Grignetta per la classica Cresta Cermenati
24.06.2021 - UP-Un Percorso/11: alla scoperta della Val Biandino, un 'paradiso' naturale
17.06.2021 - UP – Un Percorso/10: il Monte Legnoncino, il balcone (per tutti) sul Lago di Como
10.06.2021 - UP – Un percorso/9: sul Bolettone dall'Alpe del Viceré per una camminata fuori provincia
03.06.2021 - UP – Un percorso/8: alla scoperta del Monte Ocone con un giro ad anello da Carenno
27.05.2021 - UP - Un Percorso/7: una bella passeggiata da Balisio al Pialeral
20.05.2021 - UP - Un Percorso/6: il Due Mani e la sua splendida vista, con partenza dalla Forcella di Olino
13.05.2021 - UP - Un Percorso/5: da Moggio ai Piani d'Artavaggio per la fioritura dei crochi
06.05.2021 - UP - Un Percorso/4: da Lecco fino alla cima del Monte Barro, per una vista impareggiabile
29.04.2021 - UP – Un Percorso/3: al Rifugio Rosalba per il Sentiero delle Foppe, primo approccio alla Grignetta
22.04.2021 - UP – Un Percorso/2: il Monte Melma, la montagna più snobbata. Itinerario da Cereda alla vetta
15.04.2021 - UP - Un Percorso: nuova rubrica lungo i sentieri lecchesi. Si parte da quello che passa dalle pozze del... Cornizzolo
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco