Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 159.207.260
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 31 dicembre 2021 alle 12:40

Pescate: 800€ di multa per l'abbandono di sacchi neri in paese


Continua la crociata del sindaco di Pescate Dante De Capitani contro coloro che abbandonano pattume sul terriorio comunale. "Stamattina ho personalmente sanzionato il proprietario di ben quattro sacchi neri di immondizia abbandonati in un parcheggio di via Roma a monte sulla strada provinciale Sp 583. Sia il gruppo segnalazioni che gli abitanti del luogo mi avevano avvisato del deposito di questi sacchi e stamattina io e il capo stradino li abbiamo aperti. All'interno abbiamo rinvenuto tra l'altro dei pacchi postali con indirizzo del proprietario, un cittadino di un comune vicino. Proprio nell'ultima seduta del consiglio comunale avevamo raddoppiato le sanzioni per questo tipo di violazioni e quindi lo "sporcaccione" che ha scambiato il mio paese per una discarica riceverà una multa di 800 euro" tuona il borgomastro, non nuovo a iniziative di questo tipo e a dure critiche al sistema di misurazione puntale introdotto in diverse municipalità del territorio.
"Purtroppo devo rimarcare ancora una volta - prosegue infatti "lo sceriffo" - che si tratta di un cittadino di un comune che ha attivato nei mesi scorsi il sacco rosso con microchip per la raccolta differenziata e che evidentemente pensa così facendo di non pagare la Tari. Da quando in alcuni comuni vicini è partita la sperimentazione del sacco rosso siamo invasi da rifiuti sia a monte che a lago perché la gente non ha ancora capito come funziona questa raccolta a fronte di una campagna informativa evidentemente carente. Il problema è che poi sono i miei cittadini a dover pagare i rifiuti prodotti da queste persone e per noi e altri comuni rivieraschi come Garlate che il sacco rosso non l'hanno attivato è un danno evidente di cui dovremo discutere con Silea. Invito i cittadini a segnalarmi sempre questi comportamenti incivili, anche perchè o con le nostre 70 telecamere o aprendo i sacchi o controllando le targhe in passaggio, questa gente prima o poi riusciamo a identificarla e toccando pesantemente il loro portafoglio a convincerla a cambiare comportamento".
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco