Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 159.772.650
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 03 gennaio 2022 alle 08:05

Bellano, concerto di Capodanno: conferite le benemerenze a quattro 'esempi virtuosi'

Serata di grande musica e riconoscimenti a Bellano. Ieri la comunità laghèe ha infatti dato il benvenuto "ufficiale" al 2022 con il tradizionale concerto di Capodanno della Lake Como Philarmonic Orchestra diretta dal Maestro Roberto Gianola, che ha fatto risuonare nella splendida cornice del PalaSole i celebri "Valzer di Strauss" con la straordinaria partecipazione del soprano Alessandra Di Giorgio.

Il Maestro Roberto Gianola

L'evento, il cui ricavato sarà devoluto alla Protezione Civile ANA, è stato anche l'occasione per il sindaco Antonio Rusconi per consegnare le quattro civiche benemerenze che il Consiglio Comunale ha stabilito di attribuire per il 2021, "in omaggio a chi si è dimostrato un esempio virtuoso per tutti", con l'Alborella d'oro modellata da Danilo Vitali quale dono simbolico per i meritevoli del prestigioso riconoscimento.

VIDEO


"Ancora una volta abbiamo un elenco abbastanza corposo, a testimonianza di quanto è grande il cuore dei bellanesi, di quanto i nostri concittadini sappiano darsi da fare per gli altri" ha commentato il sindaco, intervenendo durante il concerto. "Per me è una gioia essere qui questa sera, anche se non tutto è bello e perfetto in questo periodo. Nonostante le numerose difficoltà, anche il 2021 ci ha regalato molte cose buone: il nostro Orrido è stato visitato da 138.000 persone, a dimostrazione dell'importante percorso di sviluppo turistico che stiamo portando avanti per il nostro territorio, mai interrotto neanche in tempo di pandemia. Vogliamo continuare a credere nella cultura, e sono certo che il 2022 sarà l'anno che ci porterà definitivamente alla ribalta, anche come "Paese degli artisti". Abbiamo tante novità in programma, ben racchiuse nel video promozionale del Sentiero del Viandante che abbiamo fatto preparare a Carlo Borlenghi, per diffondere un turismo lento che valorizzi le peculiarità di Bellano. E ancora, ad aprile presenteremo un bel volume fotografico, mentre per l'estate abbiamo già in mente un grande concerto in omaggio a Ennio Morricone, e per settembre un importante progetto che, grazie al binomio musica-immagini, saprà parlare delle quattro stagioni sul Lago di Como. Avremo tanto da dire, insomma, e sono sicuro che riusciremo a fare tutto ciò che ci siamo prefissati".

La cerimonia è poi entrata nel vivo con la vera e propria consegna delle civiche benemerenze, a partire da quelle alla memoria. Per iniziare, infatti, sono stati premiati - tramite i loro famigliari - i compianti Massimino Ortelli e Rita Rossi, rispettivamente scomparsi un lustro fa e lo scorso settembre. Il primo è stato una figura di spicco del mondo dell'associazionismo locale: membro del Gruppo Alpini, nel quale ha ricoperto ruoli nel direttivo e con cui si è impegnato per il bene della popolazione in occasione di varie emergenze, non ha mancato di dedicare il proprio tempo allo sport, cercando di infondere una sana passione nei giovani; sempre attento al prossimo, è stato anche motore, nel 1979, della fondazione dell'AIDO di Bellano.

Il soprano Alessandra Di Giorgio

Rita Rossi, invece, è ricordata da tutti come appassionata insegnante nelle scuole del paese, capace di trasmettere ai suoi allievi non soltanto le nozioni curricolari di matematica e fisica, ma anche conoscenze fondamentali per la loro crescita umana e personale.

Il sindaco Antonio Rusconi

A seguire, gli applausi sono stati per Modesto - "di nome e di fatto" - Tarabini, altro volto "storico" dell'associazionismo e in particolare dell'Associazione Cinema di Bellano, "uomo del fare" sempre disponibile anche per grandi eventi come il Carnevale e la Pesa Vegia.

I famigliari di Massimino Ortelli

 I parenti di Rita Rossi

Ultima ma non per importanza, ecco la benemerenza per la sezione AVIS, da settant'anni al servizio della comunità per la diffusione della cultura del dono del sangue fra le nuove generazioni: guidata da Mario Bernasconi, oggi raccoglie intorno a sè oltre 1.600 persone, considerando tutti i paesi del circondario che fanno riferimento al gruppo di Bellano.

 Modesto Tarabini

Il presidente dell'AVIS Mario Bernasconi. Sotto, una rappresentanza della sezione

Conclusa la cerimonia tra gli applausi dei presenti, non senza qualche momento di commozione, la serata è proseguita nel segno della musica con la Lake Como Philarmonic Orchestra, che ancora una volta non ha mancato di regalare emozioni creando lo spirito giusto per iniziare il nuovo anno.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco