• Sei il visitatore n° 183.424.014
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 13 gennaio 2022 alle 18:51

Omicidio di Temù: Laura Ziliani soffocata e sepolta, ancora in carcere il calolziese Mirto Milani

Laura Ziliani
La relazione conclusiva del medico legale, depositata nelle scorse ore, sembrerebbe aver messo un punto fermo in relazione alla morte di Laura Ziliani, la 55enne di Temù, nel bresciano, scomparsa l'8 maggio 2020 e trovata cadavere soltanto nel mese di agosto. La donna – secondo quanto riferito dal Giornale di Brescia, ripreso dai principali quotidiani online a diffusione nazionale – sarebbe stata soffocata e poi seppellita. Con l'accusa di omicidio e occultamento di cadavere sono in carcere dallo scorso 24 settembre due delle sue tre figlie – Paola (classe 2002) e Silvia Zani (classe 1994) – nonché il fidanzato 27enne di quest'ultima, Mirto Milani, residente in provincia di Bergamo dopo essere cresciuto con la famiglia tra Olginate e Calolziocorte.
Sarebbero stati loro, secondo la ricostruzione degli inquirenti, a stordire l'impiegata comunale presso il Comune di Roncadelle – vedova e madre di un'altra ragazzina – con un cocktail di farmaci per poi soffocarla nel sonno, probabilmente con un cuscino, facendone sparire il cadavere per giorni, salvo poi far trovare il corpo nel greto di un torrente.
Tutto ciò, come scritto dal GIP Alessandra Sabatucci nell’ordinanza attraverso la quale ha disposto la custodia cautelare in carcere per i tre indagati, dopo aver pianificato l'assassinio. “Il proposito omicidiario – si legge – è il frutto di una lunga premeditazione e di un piano criminoso che ha consentito loro di celare per lungo tempo la morte e di depistare le indagini”.
Di natura economica, sempre secondo quanto ricostruito dal giudice, il movente: “I tre indagati avevano un chiaro interesse a sostituirsi a Laura Ziliani nell’amministrazione di un vasto patrimonio immobiliare al fine di risolvere i rispettivi problemi economici”.
Sempre rimasti in silenzio, Milani e le due Zani attenderanno con ogni probabilità in carcere la conclusione delle indagini da parte della Procura di Brescia, passo ormai prossimo da quanto si apprende.
Articoli correlati:
24.09.2021 - Omicidio di Temù: tutti gli indizi contro di Silvia, Paola e Mirto. Un testimone oculare avrebbe riconosciuto il calolziese
24.09.2021 - Omicidio di Temù: ordinanza di custodia cautelare per il calolziese Mirto Milani, accusato con due figlie della vigilessa dell'assassinio di Laura Ziliani
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco