• Sei il visitatore n° 163.708.973
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 17 gennaio 2022 alle 18:18

Si cercano aiuto-rifugisti per Brioschi e Rosalba: lanciata la 'Capanat Academy'


La selezione e la formazione del personale è “cosa seria”. Tanto più se l’ambiente di lavoro è a quota 2.410 metri sul livello del mare, in vetta all’altura simbolo di un territorio. “Brialba”, la squadra che da quattro anni si occupa della gestione dell’iconico Rifugio Brioschi sul tetto del Grignone ma anche del non meno caro ai lecchesi rifugio Rosalba in Grignetta, per implementare il proprio staff lancia la “Capanat Academy”. Non un corso ma un vero e proprio percorso formativo (gratuito) per aiuto-gestori di rifugio, presentato come “un immersione totale in una realtà affascinante ma al contempo complicata, talvolta dura, ma che restituisce enormi soddisfazioni, ovvero il lavoro in montagna”. Un lavoro non per tutti (da qui l’ammissione di soli sei candidati previa scrematura tramite colloquio di selezione, senza alcuna garanzia di assunzione al termine delle lezioni ma con possibilità, se non ammessi al team “Brialba” di essere messi in lista per eventuali necessità anche di altre strutture). Un lavoro che richiedere conoscenze – del territorio in primis e delle “regole” della montagna – e competenze - dal saper cucinare e servire ai tavolo al saper gestire l’approvvigionamento delle scorte – oltre che ovvia propensione all’altro, al cliente-escursionista con cui il “Capanat” è chiamato a interagire, diventando anche “punto informazioni” e primo presidio di soccorso – nel limite delle sue possibilità – in caso di bisogno. Tutti temi affrontati dall’Academy, nata con la collaborazione di Resinelli Tourism Lab e di Mountain Dream Guide e il patrocinio del CAI di Milano e Unipol Sai Assicurazioni.
In un momento in cui, complice la pandemia, in tanti hanno (ri)scoperto la montagna il diventare aiuto-rifugista potrebbe far gola a molti. Per candidarsi ad entrare nel percorso formativo di “Brialba” c’è tempo fino al 13 febbraio. Unici paletti: essere iscritti al Cai e coperti da “assicurazione attività individuale” nonchè essere in regola con con le attuali norme Covid-19 (Qui tutti i dettagli).
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco