• Sei il visitatore n° 164.622.770
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 19 marzo 2022 alle 09:53

Vercurago: quasi 2 milioni di euro per la messa in sicurezza del territorio, altri lavori a Somasca

Il sindaco Paolo Lozza
Un minuto dedicato alle popolazioni in guerra e a tutte le persone, di qualsiasi nazione, che hanno perso la vita in questi ultimi giorni: ha preso il via in questa atmosfera di riflessione il Consiglio comunale vercuraghese riunitosi nella serata di venerdì 18 marzo. Un momento richiesto dal capogruppo di minoranza Carlo Malugani e condiviso immediatamente da tutti i presenti. Cogliendo l’occasione, infatti, il sindaco Paolo Lozza ha voluto ricordare che “l’Amministrazione ha condiviso sulle pagine ufficiali del Comune tutte le informazioni necessarie per chiunque volesse fare donazioni a favore della popolazione ucraina tramite canali sicuri come la Fondazione Comunitaria del Lecchese e la Caritas diocesana”. Il pensiero e il minuto di silenzio, però, non sono stati dedicati solo ai morti a causa della guerra ma, nel giorno dedicato alle vittime del Covid, anche a tutte quelle persone che hanno perso la vita in questi anni molto duri per ogni comunità.
La seduta è poi entrata nel vivo trattando i diversi punti all’ordine del giorno a partire dall’approvazione del Programma triennale dei lavori pubblici 2022-2024. Tra le opere principali rese possibili grazie a nuovi finanziamenti vi è innanzitutto l’adeguamento sismico e il rinforzo strutturale della biblioteca comunale che, per un totale di 165.000 euro di costi per l’intervento, sarà poi propedeutico alla realizzazione del nuovo plesso scolastico. La seconda operazione riguarda la rigenerazione urbana degli immobili pubblici del complesso “Maestra Sala”: “Abbiamo presentato la nostra domanda e auspichiamo che le prossime risorse siano destinate al nostro Comune così da poter procedere con questo progetto". "Altro intervento fondamentale - ha proseguito il primo cittadino - sarà quello destinato al complesso montuoso di Somasca recentemente colpito da frane. Questo, in realtà, sarà il secondo perché una prima azione partirà proprio in questi giorni e vedrà il riposizionamento della rete anti-massi. È un intervento che dovrebbe durare 180 giorni, ma speriamo che il lavoro possa essere svolto più velocemente così da poter riaprire presto il nostro santuario. Quello successivo, invece, sarà destinato al riposizionamento di una fila di reti nella parte posteriore delle cappellette così da completare la messa in sicurezza del versante”.
L’attenzione si è poi spostata sul DUP (Documento unico di programmazione) 2022-2024. Quello attuale è caratterizzato da numerose incognite, ha spiegato Paolo Lozza: “Siamo in un periodo critico in cui vi è stato un rincaro dei prezzi e un ritardo nella consegna delle merci. Tutto questo ha ovviamente inciso sul nostro bilancio; tuttavia abbiamo cercato di mandare avanti le nostre azioni e i progetti. La nostra attenzione alla comunità parte dalla prima età con l’asilo nido che ha raggiunto i ventiquattro iscritti, ma vorremmo averne ancora di più. Molto importante per noi è anche l’ambito culturale e scolastico”. A parlare di quest’ultimo punto è stato il consigliere Michele Meoli che ha voluto sottolineare lo sforzo dell’Amministrazione per riuscire anche quest’anno a rendere possibile, nonostante il calo delle iscrizioni in tutta la provincia, la creazione delle classi prime in entrambe le scuole.
Altra tematica centrale trattata durante la seduta è stato l’ambiente che, ha spiegato l’assessore Roberto Maggi, "in questo periodo è fortemente a rischio, ma penso che possiamo fare il nostro dovere di cittadini e dare comunque il nostro contributo. Sono stati diversi gli interventi per cercare di tutelare il nostro territorio, e tra questi vi è la raccolta puntuale dei rifiuti. L’Amministrazione si è mossa per tempo con una campagna di comunicazione che ha dato abbastanza soddisfazione e ha portato un incremento della differenziata. Abbiamo già raggiunto un buon livello al sabato, nonostante alcuni casi cronici che stiamo cercando di isolare”.
Grande interesse è stato poi rivolto anche all’ambito sport-tempo libero, che vede tra i tanti progetti un nuovo campo callistenia presso il parco Gramsci e la possibilità in futuro di riqualificare l'impianto sportivo in tutte le sue parti, rinnovandolo e facendolo diventare all’avanguardia. Per ultimo, il primo cittadino ha voluto sottolineare come l’Amministrazione in questi ultimi tempi si sia spesa moltissimo per la messa in sicurezza del territorio: “Abbiamo voluto concentrarci su quanti investimenti siamo riusciti a veicolare, partecipando a vari bandi, per la sistemazione non solo della località di San Girolamo ma anche delle altre zone del paese. Tutte le azioni portate a termine ammontano a 1 milione 940.000 mila euro: sono tutte risorse che siamo riusciti a ottenere per mettere in sicurezza tutta la parte alta del nostro Comune. È un risultato soddisfacente per noi”.
V.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco