• Sei il visitatore n° 191.026.981
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 29 maggio 2014 alle 19:15

Civate: a don Vincenzo Gatti il premio regionale Rosa Camuna

Unico lecchese in elenco, don Vincenzo Gatti è stato insignito, questa sera, del "Premio Rosa Camuna", assegnato nel corso della cerimonia svoltasi all'Auditorium Testori di Palazzo Lombardia.
"Per l'impegno nell'attività di conservazione e valorizzazione del Complesso monastico di San Pietro al Monte, che rappresenta oggi, anche grazie al sapiente lavoro di restauro, uno dei più affascinanti gioielli artistici di Lombardia" questa la motivazione all'origine del riconoscimento attribuito al sacerdote milanese, 79 anni, insegnante della fondazione scuola Beatro Angelico nonché curatore, per oltre un decennio, dei lavori che hanno interessato, appunto, il "gioiello" di Civate.
ll Premio Rosa Camuna è istituito infatti dalla Giunta regionale  per riconoscere pubblicamente  l'impegno, l’operosità, la creatività e l’ingegno di coloro che si siano particolarmente distinti nel contribuire allo sviluppo economico, sociale, culturale e sportivo della Lombardia.

Al centro don Vincenzo tra il presidente della provincia Nava, il presidente del consiglio regionale Cattaneo,
il presidente della Regione Maroni, il sindaco di Civate e l'assessore regionale allo sport, il lecchese Rossi


Di seguito l'elenco completo degli altri premiati:

BERGAMO

- Giuseppe Remuzzi - Per avere raggiunto risultati di eccellenza nel campo della nefrologia e dei trapianti. Per avere dato lustro alla Lombardia grazie ai numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali conseguiti per la sua attività;

- Lucio Parenzan (alla memoria) - Cardiochirurgo di fama mondiale, per primo ha eseguito interventi a cuore aperto su neonati affetti da malformazioni cardiache, salvando la vita a centinaia di bambini. Fondatore, nel 1989, dell'International Heart School, ha contribuito alla formazione di nuove generazioni di medici e alla realizzazione di centri specializzati in cardiochirurgia in tutta Italia;

- Martina Caironi - Per essersi distinta nella pratica sportiva, raggiungendo molteplici traguardi nella disciplina dell'atletica leggera e conquistando titoli in competizioni mondiali e olimpiche nelle specialità dei 100 metri piani e del salto in lungo;

- Pierino Persico - Imprenditore lungimirante e innovativo, ha saputo unire alle doti di intraprendenza grandi qualità umane e indiscussa sensibilità alle problematiche sociali. Ha tutelato e promosso il patrimonio manifatturiero lombardo, con realizzazioni celebri in tutto il mondo come Il Moro di Venezia e Luna rossa.

BRESCIA

- Agroittica Lombarda - Per avere raggiunto risultati di assoluta eccellenza nel campo della produzione del caviale e nell'allevamento dello storione bianco; per avere sviluppato una tecnica esemplare di acquacoltura sostenibile e di tutela della riproduzione delle specie in cattività;

- Gruppo istituzionale di coordinamento 'Arte rupestre della Valcamonica' - Per l'impegno nell'attività di tutela, conservazione, valorizzazione e promozione turistica e culturale dell''Arte Rupestre della Valle Camonica', primo sito italiano riconosciuto nel 1979 dall'Unesco quale Patrimonio mondiale dell'umanità.

COMO

- Livia Mandruzzato - Per l'instancabile opera compiuta attraverso la Fondazione Clotilde Rango Onlus a favore di ragazzi con disabilità, cui si dedica con totale dedizione e grande sensibilità.

CREMONA

- Nicola Cesare Baldrighi - Per essersi distinto nella promozione del settore agroalimentare lombardo, anche grazie al suo impegno alla Presidenza del Consorzio di tutela del Grana Padano, dei Consorzi di tutela Formaggi Italiani DOP e della Cooperativa dei produttori di Latte Associati di Cremona.

MANTOVA

- Gazzetta di Mantova - Fondato nel 1664, è il quotidiano più antico d'Italia. Ha raccontato le vicende storiche, economiche, culturali e politiche di Mantova, della Lombardia e dell'Italia intera.

MILANO

- Alberto Mantovani - Per avere dato un contributo straordinario al progresso della scienza, grazie ai suoi studi e ai risultati raggiunti nella ricerca clinica e di base in ambito immunologico. Per avere dato lustro alla Lombardia grazie ai numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali conseguiti per la sua attività;

- Alberto Zanchetti - Per avere raggiunto risultati di eccellenza nello studio delle malattie cardiovascolari. Per avere dato lustro alla Lombardia grazie ai numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali conseguiti per la sua attività;

- Antonio Colombo - Per avere raggiunto risultati di eccellenza nel campo dell'emodinamica e della chirurgia interventistica. Per avere dato lustro alla Lombardia grazie ai numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali conseguiti per la sua attività;

- Daniela Girardi Javarone - Per la sua instancabile opera nel sociale, a sostegno di persone fragili, di associazioni, di enti assistenziali e di ricerca;

- Ditta BCS - Per avere dato testimonianza della competenza tecnica e scientifica e della creatività lombarda sin dal 1943, anche grazie alla produzione della "243", prima motofalciatrice semovente;

- Fondazione Istituto di ricovero e cura Ospedale Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico - Primo ospedale lombardo e tra i primi d'Italia, dal 1456 garantisce cura e assistenza ai Milanesi. La sua storia pluricentenaria si coniuga con la sua tensione all'innovazione e all'eccellenza nella ricerca.

- Giuseppe Mancia - Per gli eccellenti risultati raggiunti negli studi sull'ipertensione e le patologie cardiovascolari. Per avere dato lustro alla Lombardia grazie ai numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali conseguiti per la sua attività.

MONZA E BRIANZA

- Autodromo di Monza - Costruito nel 1922, è uno degli autodromi permanenti più antichi. Ha contribuito a diffondere il nome della Lombardia, creando una leggenda, che ha coinvolto i migliori piloti e le più celebri vetture al mondo.

PAVIA

- Università degli Studi di Pavia - Fondata nel 1361, è la prima università lombarda e fra le più antiche in Europa. Capostipite dell'insegnamento universitario, è tutt'oggi ateneo di prestigio impegnato a promuovere la cultura e la ricerca a livelli di eccellenza.

SONDRIO

- Club Alpino Italiano-Sezione Valtellinese di Sondrio - Primo club alpino della Lombardia, fondato nel 1872, promuove la conoscenza della montagna e la difesa dell'ambiente, l'educazione ai valori ambientali e umani, contribuendo alla diffusione della cultura della montagna.

VARESE

- Alenia Aermacchi - Fondata nel 1913, è la maggiore realtà industriale italiana nel settore aeronautico e tra i più avanzati complessi industriali del mondo. Contribuisce all'affermazione dell'eccellenza lombarda per l'assoluta qualità della sua produzione meccanica;

- Antonio Sanna - Per essersi distinto nella promozione delle politiche transfrontaliere, quale padre fondatore dell'accordo italo-svizzero del 1974 e dell'Associazione dei Comuni Italiani di Frontiera con la Svizzera.

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco