• Sei il visitatore n° 183.180.302
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 09 maggio 2022 alle 13:46

Lecco: l'11 e il 18 incontri con letture de 'Il Bel Paese'

Da Alessandro Manzoni ad Antonio Stoppani: il centro civico Il Giglio di Lecco, impegnato in iniziative per la terza età, in collaborazione con l’Associazione “I Promessi Sposi in circolo” animata da Bruno Biagi, propone due incontri con introduzione e letture tratte da “Il Bel Paese”.
Gli appuntamenti sono fissati per mercoledì 11 e 18 maggio, rispettivamente con “L’incendio del San Martino” e “L’Adda e il Reno”, sempre alle 15.00. Gli incontri si tengono presso la sala conferenze di Palazzo delle Paure, in piazza XX Settembre. L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria, da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 12, presso il Giglio (telefono 0341-28.75.92 o 348-52.72.116). Nel rispetto delle norme anti Covid l’accesso è consentito con mascherina FFP2.



La serata n. 32 de “Il Bel Paese”, l’opera maggiore dell’abate geologo lecchese Antonio Stoppani, è dedicata a “L’incendio del San Martino” sviluppatosi nel marzo 1878 e durato più giorni con vasti danni e minacce a baite e case rurali isolate. Il rogo arrivava dopo un inverno eccezionale di bel tempo e un periodo di siccità. Stoppani ha scritto: “Siamo addì 6 marzo, mi avevano detto che il giorno prima si era visto del fumo sul San Martino. Ma il giorno 6, verso le 7 di sera, quando era già buio, è apparso verso la cima un singolare chiarore: il fuoco, ecco le fiamme….”. Il totale dei danni ai diversi possidenti terrieri fu calcolato in 100 mila lire del tempo, cifra notevolissima. Si mobilitarono per spegnere l’incendio centinaia di uomini volontari; contribuirono anche donne e ragazzi.
Il monte San Martino, tragicamente ricordato nella storia di Lecco per i luttuosi eventi delle frane nel 1931 e nel 1969, ha visto anche lo svilupparsi di estesi roghi. Il più recente è quello dei primi giorni del mese di aprile 1997, quando fu pronta ed efficace la mobilitazione dei reparti antincendio e di gruppi di volontari.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco