Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 159.349.125
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 13 maggio 2022 alle 12:08

Valmadrera, UNI3: in tanti 'alla scoperta' del Polittico di San Giorgio

Ieri, giovedì 12 maggio, si è svolto a Valmadrera l'incontro dell'Università della Terza Età (UNI3) dal titolo “Polittico di San Giorgio ad Annone. Storia di imprenditori brianzoli del Cinquecento”. Ad introdurre l'iniziativa l'Assessore ai Servizi Sociali Rita Bosisio che ha presentato la prof.ssa Laura Polo D’Ambrosio, specializzata in arte medievale lombarda, consulente per l'allestimento di mostre e insegnante presso il Liceo Classico “A. Manzoni” di Lecco.



La relatrice ha esordito presentando origini e caratteristiche della Chiesa di San Giorgio ad Annone, luogo fondamentale di snodo nel Medioevo tra Milano e l'Adda: all'epoca laghi e fiumi, di cui è ricco il nostro territorio, erano infatti la via di trasporto più economica e conveniente per il transito delle merci. Tra le famiglie facoltose della zona vi erano gli Annoni, il cui capostipite Giovan Ambrogio Annoni (1492–1574) risiedeva proprio ad Annone, dove era a capo di un'efficiente rete di trasporti tra Italia e Spagna a inizio Cinquecento.



Grazie a una presenza capillare lungo gli snodi commerciali più in voga dell’epoca (Milano, Lucerna, Anversa), egli riuscì infatti con l’aiuto dei figli a organizzare nel tempo un fiorente sistema di spedizioni sicure tra nord Europa e Milano, specializzandosi in trasporti artistici. La stessa famiglia contribuiva poi attraverso il proprio patrimonio a iniziative di stampo welfaristico nell’area del milanese, un elemento, questo, riscontrabile anche nel Polittico di San Giorgio, vero protagonista della trattazione di ieri.


Con 4 metri di apertura e 3 di altezza, l'opera ha come elemento distintivo la conservazione intatta della struttura di chiusura, caratteristica che la rende quasi unica nel suo genere: commissionata ad una bottega di artisti di Anversa e spedita via mare, venne ricevuta sul nostro territorio da Giovan Andrea Annoni, e giunse a Milano il 6 febbraio 1560.


Il polittico è stato realizzato in meno di un anno grazie all'abilità dei fiamminghi: la sua parte centrale presenta una composizione di meravigliosa fattura realizzata in oro, mentre da chiuso raffigura Giovan Andrea Annoni (il committente) e San Giorgio in abiti da cavaliere. L’opera ha inoltre contribuito ad espandere la visione degli artisti locali, portandoli ad accostarsi maggiormente a quelli nordici rispetto a quelli provenienti dal nord Italia; esemplari simili sono infatti rintracciabili presso il Duomo di Roskilde (Danimarca) e la Chiesa di St. Lamber (Belgio), anche se non completi come quella annonese. Il capolavoro fece rientro ad Annone Brianza solo nel 2017, dopo lunghe richieste, al fine di collegare nuovamente l’opera con le sue origini e far sì che potesse essere apprezzata nel luogo per il quale era stata concepita.


L'incontro di ieri ha riscosso un grande successo tra la platea, giunta numerosa: visibilmente ammirati per la bellezza artistica presentata e rapiti dalla brillante esposizione della Prof.ssa D’Ambrosio, i partecipanti si sono detti estremamente soddisfatti. Il Polittico potrà essere ammirato il 18 maggio alle ore 15.00 con la preziosa guida della stessa docente nella visita organizzata presso l’omonima Chiesa ad Annone Brianza. Per prenotazioni e informazioni è possibile contattare la Biblioteca di Valmadrera allo 0341.205112 o via mail all'indirizzo biblioteca@comune.valmadrera.lc.it.


Si ricorda infine l’appuntamento con l’ultimo incontro dell’edizione di quest’anno di UNI3: il 1° giugno ci sarà infatti la chiusura con Luciano Riva e “Pescarenico. Storia di uomini, pesci, reti, ricette e ricordi”.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco