• Sei il visitatore n° 163.999.379
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 22 giugno 2022 alle 14:57

Lecco, Maturità: sorrisi e volti distesi tra gli alunni dopo la prima prova. Apprezzate le tracce, più timori per il secondo 'scoglio'

E il primo scoglio è andato. Hanno preso ufficialmente il via questa mattina le prove del tanto atteso esame di maturità 2022, che sul territorio lecchese interessa 2.300 studenti degli istituti statali e altri 221 delle scuole paritarie. Quest'oggi lo "start" è scattato intorno alle 8.30, minuto più minuto meno, quando i ragazzi - ormai tornati alla normalità anche senza mascherina - hanno finalmente potuto scoprire le tracce della prova di italiano, probabilmente quella meno temuta: Pascoli e Verga i due autori scelti dal Ministero per l'analisi del testo, mentre gli altri temi hanno toccato la pandemia e le sue conseguenze per il Pianeta, il mondo dei social network, le leggi razziali (a partire da un brano di Gherardo Colombo e Liliana Segre), l'importanza della musica per l'essere umano e i cambiamenti climatici sulla scia di un discorso del recente premio Nobel per la Fisica Giorgio Parisi. Soddisfatti gli alunni lecchesi, almeno a giudicare dal "campione" di quelli che abbiamo intercettato all'uscita dalle loro aule tra le 12.30 e le 13.00, fascia oraria che ha visto la consegna dei primi elaborati nelle principali scuole del centro.


Luca, Camilla e Carolina dell'Istituto Parini

"Ho optato per la traccia sui social, che mi è sembrata quella più attuale e interessante" ci ha detto Carolina di 5^AFM dell'Istituto Parini. "Domani mi aspetta la prova di economia, ma tutto sommato mi sento tranquilla. Non ho vissuto con particolare ansia nemmeno la notte scorsa, ormai la cosa più importante è dare il massimo e concludere questo percorso". Un po' più agitati per l'esame di domani, invece, i compagni di classe Camilla e Luca, reduci peraltro... da una notte insonne, forse come tanti altri loro coetanei: entrambi, come ci hanno raccontato, hanno lavorato sull'analisi del testo di Verga, autore non nuovo in quanto già inserito nei programmi curricolari.


Luca e Riccardo dell'Istituto Badoni

Hanno virato entrambi sulla musica, invece, Davide e Tiziano di 5^DM del vicino Istituto Badoni, "tentati" da un argomento che li appassiona particolarmente. "Il "problema" sarà domani con la prova di disegno, le sei ore ci serviranno sicuramente tutte" hanno commentato i due ragazzi, tra i primi a varcare la porta della scuola insieme a Luca di 5^BMM e Riccardo di 5^AA, che invece hanno scelto il tema riguardante il mondo social.


Alessandro, Davide e Tiziano

Anche nel loro caso, è il secondo "test" a destare più preoccupazione, con la consapevolezza però di poterla affrontare con la giusta preparazione. "È stata una notte tranquilla, a parte il caldo..." hanno scherzato gli alunni, ai quali ha fatto poi eco il compagno Alessandro di 5^BTL: "Io ho scelto il tema sulle leggi razziali e Liliana Segre, un argomento in cui mi sentivo più ferrato. Domani affronterò la prova di sistemi, poi il 5 luglio l'orale e a seguire il test d'ingresso al Politecnico, quindi mi aspettano ancora diverse settimane di studio".


Dario, Letizia, Pietro e Sara dell'Istituto Bertacchi

Passando all'Istituto Bertacchi, anche Letizia e Dario di 5^C SUE hanno puntato sulla musica, in attesa della seconda prova di economia che si prospetta più impegnativa. Un parere, questo, condiviso anche dai compagni di classe Pietro e Sara, con il primo che oggi si è concentrato sui cambiamenti climatici - "un argomento che ho avuto modo di approfondire anche in diverse occasioni extra-scolastiche" - e la seconda sul brano della Senatrice a vita sopravvissuta alla Shoah, "un tema di cui è giusto parlare per tenere alta l'attenzione".


Davide e Tommaso del Liceo Grassi

Sorrisi e volti distesi, tutto sommato, anche all'esterno del Liceo Grassi di Largo Montenero, dove gli studenti sembrano già temere la prova di matematica di domani, indecisi se sfruttare il pomeriggio per un ultimo ripasso o piuttosto per "svuotare la mente" e rilassarsi. "Basta, oggi non farò più niente" ha assicurato Davide di 5^E, reduce da uno scritto a suo dire soddisfacente sul mondo della tecnologia e dei social, mentre il compagno Tommaso ha raccontato di aver preferito la traccia sulla pandemia perché consentiva di "unire conoscenze scolastiche ed esperienze più personali".


Noemi e Cesare

"Prima di oggi non mi aveva mai sfiorato l'idea di puntare sull'analisi del testo, invece alla fine ho ripiegato proprio su quella" ha poi aggiunto Noemi di 5^A, felice di aver trovato un autore già conosciuto e di poter dunque scartare "temi che sentivo meno miei, in cui peraltro si rischiava di cadere nel banale". "La notte scorsa? Paradossalmente ero agitata perché mi sentivo troppo tranquilla! Oggi continuerò a studiare per la prova di matematica, che mi preoccupa parecchio, ma comunque meno dell'orale. Domani - ha concluso con un sorriso - inizieremo scrivendo nome e cognome, per il resto poi non rimane che incrociare le dita". Un po' dello stesso avviso, infine, Cesare di 5^E, che ha archiviato italiano consegnando uno scritto sul tema musicale "dopo ore di relativa tranquillità".

Avanti tutta, insomma. Verso le prossime "verifiche", ma soprattutto verso un futuro radioso in cui l'esame di maturità non sarà altro che un piacevole ricordo.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco