• Sei il visitatore n° 181.904.917
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 27 luglio 2022 alle 17:05

Varenna Festival: l'1 la Kharkiv Chamber Orchestra in concerto

Un grande appuntamento apre il mese di agosto alla terza edizione del Varenna Festival. Lunedì 1 dalle 21.15 in Piazza San Giorgio si svolgerà un concerto di straordinaria intensità e levatura non solo musicale con la Kharkiv Chamber Orchestra (Ucraina), una della più rappresentative compagini orchestrali in campo internazionale. E non è tutto: ospite d'eccezione sarà la celebre violinista Aiman Mussakhajayeva dal Kazakistan, che suonerà un autentico Antonio Stradivari del 1732. In programma anche le celeberrime "Quattro stagioni" di Antonio Vivaldi. Ingresso libero. In caso di maltempo il concerto si svolgerà nella sala polifunzionale in via Roma, fino a esaurimento posti.



La Kharkiv Philharmonic Chamber Orchestra è un ensemble musicale di Kharkiv in Ucraina. La sfera principale dell'attività creativa dell'ensemble è la promozione della musica di compositori ucraini e la rappresentazione del loro lavoro all'estero. Nasce nel 2001 grazie all’iniziativa del M°Yuriy Yanko, detentore del titolo di "Honoured Worker of the Arts of Ukraine", e vincitore del Concorso Internazionale di Direzione di Vakhtang Jordania, nominato nello stesso anno direttore musicale e direttore principale della Kharkiv Symphony Orchestra.
Negli anni della sua esistenza, l'ensemble ha effettuato un gran numero di anteprime di opere di compositori ucraini contemporanei: Valentyn Syl'vestrov, Volodymyr Zubyc'kyj, Ivan Karabyc', Jevhen Stankovyč, Myroslav Skoryk, O. Kiva, Jurij Iščenko, Igor Ščerbakov, Hanna Gavrylec', Karmella Cepkolenko, I. Kyrylina, O. Levkovyč, V. Hubarenko, V. Zagorcev, Ja. Vereščagin, Zoltan Almaši, Oleksandr Šimko e altri. L'ensemble collabora anche con i cantanti Nina Matvijenko, Oleksandr Vasylenko e judmyla Vojnarovs'ka. L'ensemble ha partecipato a festival di musica accademica in Ucraina, Germania, Austria, Francia, Cina, Polonia, Grecia, Russia, Stati Uniti, Paesi Baltici, Armenia, Georgia.

Aiman Mussakhajayeva è tra le migliori esponenti della scuola violinistica del Kazakhstan ed esprime la sua personalità sia nell’attività artistica che in quella educativa. La sua crescita artistica è iniziata con N. Patrucheva alla Scuola di Musica di Baysseitova e nel 1983 si è brillantemente diplomata presso il Conservatorio di Stato “ Čajkovskij” di Mosca nella classe del Professor V. Klimov, Artista del Popolo dell’Urss ed erede della scuola violinistica di David Oistrakh. Nel 1976 vince il prestigioso Concorso di Belgrado e successivamente viene premiata anche al Concorso “Paganini” di Genova, al Concorso di Tokio, al Concorso “Sibelius” di Helsinki e al Concorso “Čajkovskij” di Mosca.
La sua magistrale tecnica, la profonda conoscenza e la comprensione di stili diversi le hanno permesso di affrontare le più complesse composizioni per violino e di costruire un vasto repertorio che include compositori di tutte le epoche e stili. Suona in recital, come camerista e come solista con orchestra nelle più importanti sale da concerto in Europa, Asia e negli Stati Uniti (Philharmonie di Berlino, Musikverein e Konzerthaus di Vienna, Avery Fisher Hall e Carnegie Hall di New York, Salle Gaveau di Parigi, Queen Elisabeth Hall, Barbican Centre e Wigmore Hall di Londra, Rudolfinum di Praga, Sala Grande del Conservatorio Tchaikovski di Mosca,) collaborando con musicisti quali J. Simonov, V.Gergiev, V.Fedoseev, S. Sondeckis, V. Tretjakov, M.Schiavo. F.Mansurov, V.Ashkenazy, M.Maisky, B.Canino, G.Emilsson, E. Batiz. Nel 1986 è stata nominata Artista del Popolo del Kazakhstan.
Ha insegnato al Conservatorio di Mosca e nel 1998 Aiman Mussakhajayeva ha realizzato il suo sogno con l’apertura dell’Accademia Nazionale Kazaka di Musica ad Astana (nuova capitale del Kazakhstan), della quale è Rettore e presso la quale insegna. Inoltre è Rettore dell'Università Nazionale delle Arti del Kazakhstan. Incide per Deutsche Grammophon e suona un autentico violino Antonio Stradivari. Aiman Mussakhajayeva ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti: Artista del Popolo, Artista Onorata della Repubblica dell‘Uzbekistan, accademica dell’International Academy of the Arts, “Artista per la Pace” dell‘UNESCO. Nel 2002 ha ottenuto il “Premio Platinum Tarlan” e nel 2008 riceve il Premio del Presidente della Repubblica del Kazakhstan per “i suoi straordinari successi nel campo dell’Arte e dell’educazione musicale e per il suo contributo allo sviluppo e alla prosperità della società kazakha”.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco