• Sei il visitatore n° 168.344.940
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 03 agosto 2022 alle 09:06

Varenna: emozioni e applausi per la Kharkiv Chamber Orchestra

Serata entusiasmante quella di lunedì 1° agosto a Varenna: un numeroso pubblico ha assistito, in Piazza San Giorgio, all'esibizione della Kharkiv Chamber Orchestra, con la straordinaria presenza della celebre violinista del Katakistan Aiman Mussakhajayeva che ha suonato un autentico Antonio Stradivari del 1732. Tutte le persone in "platea", varennesi e turisti provenienti da ogni parte del mondo, sono rimaste letteralmente incantate.





Presenti al concerto anche il Prefetto di Lecco Sergio Pomponio (che ha rivolto un saluto e un pensiero di riflessione), il sindaco di Colico Monica Gilardi, quello di Lierna Silvano Stefanoni e quello di Oliveto Lario Bruno Polti, nonché l’assessore alla cultura di Mandello Doriana Pachera. Dopo l’introduzione del direttore artistico del “Varenna Festival” Maurizio Moretta, il primo cittadino di "casa" Mauro Manzoni ha voluto inquadrare la serata nel preciso momento storico che stiamo vivendo.





"Questo concerto non è solo un'esibizione di alto livello culturale e musicale, ma in questo periodo assume un preciso messaggio di sostegno ed amicizia verso il popolo ucraino barbaramente aggredito e vilipeso nella sua integrità territoriale e nella sua libertà […]. Ecco perché questa sera, dalla nostra Varenna sul Lario, faccio mio un appello accorato che Giorgio La Pira, indimenticato sindaco di Firenze, aveva trasmesso, tramite un telegramma, a Nikita Kruscev il 26 ottobre 1961, in un momento dove l’umanità era gravemente minacciata dalla possibilità concreta di un conflitto nucleare: "Il mio appello che è anche l'appello dell'intiera popolazione [fiorentina] e vorrei dire l'appello dei popoli di tutte le città grandi e piccole della terra, è perciò un appello pieno di accorata sincerità, rivolto unicamente al bene vero e alla pace vera di tutto il mondo. Vi prego vivissimamente e fraternamente di accoglierlo. Ve ne sarà grato il mondo intiero. Ve ne saranno grate le mamme di tutti i continenti, che già tanto temono per le generazioni future. Ve ne sarà grata la terra medesima, che viene così pericolosamente violentata nella delicatezza tanto armoniosa e sottile delle sue strutture e dei suoi equilibri. Questa terra preziosa che Dio ha donato ai popoli, perché ne facessero, e possono ormai benissimo farlo, un giardino di progresso, di giustizia e di amore fraterno"".





"Ci auguriamo che sorgano tra i popoli – ha concluso il sindaco di Varenna – governanti che perseguono realmente la pace senza infingimenti e piccoli calcoli, così da raccogliere il vero desiderio che alberga nel cuore di ciascun uomo e di ciascuna donna di vivere nella concordia per la prosperità materiale e spirituale delle future generazioni".

Foto di Roberto Brembilla
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco