• Sei il visitatore n° 183.042.315
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 23 settembre 2022 alle 08:48

PAROLE CHE PARLANO/91

Volpe

Precisiamo subito che volpe deriva dal latino vulpes, di cui, però, non conosciamo l'origine. Potremmo terminare qui, lasciando con l'amaro in bocca coloro che si aspettavano qualcosa di originale e sorprendente, tuttavia... Il fatto è che, se prendessimo in esame le storie vere o fantasiose che si raccontano su questo animale, potremmo riempire pagine e pagine. Dalla volpe e l'uva o la volpe e il corvo, entrambe di Esòpo, al gatto e la volpe del Pinocchio di Collodi, dalla volpe del Piccolo Principe di Saint Exupery alla volpe e il caprone di Fedro, questo mammifero viene sempre considerato astuto, intelligente e ingannatore, entrando di prepotenza nel lessico comune: essere furbo come una volpe.
Se proprio volessimo accettare come vera un'etimologia in realtà molto dubbia, potremmo ipotizzare, con san Isidoro di Siviglia, che il termine volpe derivi da pedibus volubilis, cioè agile di piedi, attributo indiscutibile di questo animale. Aggiungiamo, a questo proposito, che il ballo foxtrot (trotto della volpe), dedicato agli abili passi del ballerino Harry Fox, viene considerato da altri come una somiglianza tra le virtuose movenze di chi balla e quelle delle volpi.
Rivolgiamoci adesso al termine greco che lo definisce, alopex, per scoprire altre curiosità sorprendenti. Infatti, la volpe sviluppa una folta pelliccia in inverno che perde a chiazze nel periodo più caldo; ecco allora nascere in medicina il termine alopecia, per definire una malattia che porta alla caduta di capelli e peli.
Per ultimo, andiamo in Germania. In tedesco il termine volpe si traduce con fuchs, che fu anche il cognome di un famoso botanico bavarese del Cinquecento. A lui fu dedicato il genere americano Fuchsia, in sostanza quei conosciutissimi fiori di colore rossastro (rosso volpe?), oggi coltivati ovunque per la loro bellezza. Nacque così anche il colore fucsia (volpino, se volessimo azzardare una traduzione in italiano...).


PER RILEGGERE LE PRECEDENTI PUNTATE DELLA RUBRICA, CLICCA QUI
Rubrica a cura di Dino Ticli
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco