• Sei il visitatore n° 189.346.216
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 11 novembre 2022 alle 14:58

Calcio: in un 'momento delicato' il Lecco affronta la Feralpi

TREDICESIMA GIORNATA: FERALPISALO' – LECCO
DOMANI SABATO 17,30

La partita di domani al Turina di Salò (17,30) diventa fondamentale per un Lecco che deve ricacciare indietro i fantasmi delle ultime due sconfitte. Sta di fatto che la compagine bluceleste si smarrisce quando si trova davanti a una svolta importante. Come due anni fa quando aveva raggiunto il primato per poi scivolare fino al dodicesimo posto. Oppure come nei playoff persi inopinatamente in casa contro Grosseto e Pro Patria. Nonostante i risultati negativi,  il Lecco ex capolista, resta aggrappato ai vagoni di testa ed è quarto con 20 punti, a sole tre lunghezze dalla coppia di vertice Pordenone e Renate.  Il torneo si conferma dunque assai equilibrato.
Tuttavia se i blucelesti vorranno permanere nelle zone nobili  dovranno rialzarsi velocemente per non prolungare lo stato di sofferenza. E qui si rende necessaria tutta l'esperienza di mister Foschi, preposto a rasserenare l'ambiente e a ricercare magari nuove soluzioni tattiche.  L'avversaria di domani, la Feralpi occupa il terzo gradino del podio con 22 punti. E' molto solida e frequenta le alte quote ormai da cinque stagioni, l'ultima delle quali terminata con la sconfitta nelle semifinali nazionali playoff contro il Palermo di Baldini, poi volato in serie B.  
“E' un momento delicato e siamo reduci da un risultato che ha fatto molto rumore – ha detto mister Foschi, riferendosi al ko di Lignano – L'unico modo di risolvere il problema è quello di lavorare. E' ciò che abbiamo fatto in settimana, cercando i motivi della sconfitta e provando a correggere gli errori commessi. Domani dovrà esserci una volontà di rivalsa. Abbiamo realizzato cose buone nelle partite precedenti e fatto male nelle ultime due. Tutte queste gare sono da archiviare. I numeri raccontano il nostro percorso e dicono che siamo ancora lì in classifica. Tuttavia dobbiamo riacquistare il nostro spirito, tornando a dare fastidio a tutti”.
- Partita con il Pordenone approcciata in modo errato?    
“Dovevamo prestare maggiore attenzione e non concedere spazi agli avversari che però, alcune volte, sono più bravi di noi. Il Pordenone ha infatti dimostrato di essere forte. Ad inizio match i friuliani non si sono trovati a tu per tu con il portiere ma hanno scoccato due tiri da fuori area , trasformatisi in eurogol.  Anche quando vinco valuto le cose che non sono andate per il verso giusto, figuriamoci in presenza di una sconfitta per 5-0.  
Sul 2-0 abbiamo concesso troppo e mi ha dato fastidio questa fragilità”  
- A Lignano una sola ammonizione per proteste. Indizio di scarsa “cazzimma”?
“ Una partita così avrebbe dovuto fare arrabbiare ma diventa difficoltoso entrare nella testa dei ragazzi. In effetti domenica sono venute a mancare le energie nervose. Abbiamo compiuto una scalata importante, salendo in vetta alla classifica. Forse questo sforzo ha causato un calo, che è anche fisiologico. In ogni caso la scoppola ci obbliga a ritrovare le energie nervose”.  
- Celjak è recuperabile?
“ Questa mattina si è allenato con la squadra. Abbiamo ancora ventiquattro ore per recuperarlo. Con i fisioterapisti stiamo monitorando la situazione. Qualora ci fosse il rischio di perderlo per  altre quattro o cinque partite, non lo utilizzeremo e studieremo altre soluzioni”
- Tra queste soluzioni esiste anche la possibilità di schierare una difesa a quattro?
“ No. Non abbiamo mai giocato a quattro e neppure ci siamo mai allenati con questo modulo”.
- La Feralpi ha finora brillato in trasferta, meno in casa. Segna il giusto e subisce poco.  
“Pratica un buon calcio ed è allenata da un tecnico (Stefano Vecchi, n.d.r.) che sa come far esprimere al meglio le sue squadre. Nella rosa ci sono elementi importanti come Luca Siligardi che ho allenato in serie A. Altri giocatori di rilievo sono Balestrero, Carraro, Guerra. Insomma, la Feralpi vanta atleti molto validi per questa categoria. Sappiamo di affrontare una squadra forte ed è proprio per questo motivo che servirà la prestazione”.
- Qualche giocatore sta accusando un po' di stanchezza.
“E allora qualcosa proveremo a cambiare. Ho gente che sta bene da utilizzare. I nomi ? Diversi...”
Come detto, la Feralpi ha costruito le sue fortune soprattutto in trasferta, dove ha messo insieme 16 dei 22 punti in classifica. Viceversa, il  rendimento al “Turina” non è stato all'altezza. I verdazzurri hanno totalizzato sei punti interni, frutto dei successi contro Pergolettese e Sangiuliano. Per il resto tre sconfitte, con Pro Patria,  Pro Vercelli e Renate (fragoroso 1-4). L'attacco dei bresciani (13 gol fatti) non è uno dei più dei più pungenti del girone, mentre la difesa è ermetica, con 10 gol subiti. Meglio ha fatto soltanto il Pordenone.  Goledor della squadra è la punta centrale Pittarello con tre centri. Seguono Icardi, Di Molfetta e Guerra con due. Mister Stefano Vecchi, confermato alla guida tecnica per il secondo anno, può contare sugli acquisti estivi Benedetti, Palazzi, Pilati, Zennaro, Pittarello, Pizzignacco, Icardi, Cernigoi  e sugli atleti da più stagioni sul Garda, come Legati, Guerra, Siligardi, Hergheligiu, Di Molfetta, Bergonzi, Bacchetti. Balestrero e Carraro. Domenica scorsa la Feralpi ha affondato al “Menti” la corazzata Vicenza, con un gol di Balestrero al 65'. Vecchi ha disposto la squadra con il modulo 4-3-1-2, schierando dal 1': Pizzignacco; Bergonzi, Pilati, Bacchetti, Di Marco; Icardi, Carraro, Balestrero; Siligardi; Guerra, Pittarello.   
La partita di domani sarà arbitrata da Gabriele Scatena di Avezzano.
Il Lecco e la Feralpi si sono affrontati quattro volte in campionato e una in Coppa Italia. Il bilancio è di tre vittorie per i salodiani  e due per i lecchesi. L'anno scorso un successo per parte: 1-0 per il Lecco (54' Iocolano) al Rigamonti-Ceppi e identico risultato a favore dei bresciani nel ritorno (93' Guerra).        
Segnaliamo infine che giovedì 17 novembre, inizio 20,30, si terrà all' Auditorium “Sorelle Villa” - Spazio Teatro Invito – (Via Foscolo Lecco)
l'evento “I 100 anni dello stadio  Mario Rigamonti- Mario Ceppi nei racconti dei blucelesti”. Ingresso libero con prenotazione, entro mercoledì 16, sul sito www.eventbrite-it.  La manifestazione è organizzata dal Panathlon Lecco, Calcio Lecco e dall'Associazione Blucelesti 1977. Per saperne di più: www.calciolecco1912.com.   

LE ALTRE PARTITE DELLA 13^ GIORNATA: Albinoleffe-Sangiuliano, Arzignano V.-Mantova, Juventus Next Gen-Pro Vercelli, Pergolettese-Trento, Pro Sesto-Padova, Triestina-Renate, Novara-Pro Patria, Piacenza-Pordenone, Virtus Verona-Piacenza.

CLASSIFICA: Pordenone e Renate 23, Feralpisalò 22, Lecco e Novara 20, Padova 19, Arzignano, Pro Sesto e Pro Patria 18, Pro Vercelli e LR Vicenza 17, Juventus N.G.e Sangiuliano 16, Pergolettese e Albinoleffe 15, Trento 13, Mantova 11, Triestina 10, Piacenza 8, Virtus Verona 7.      
R.F.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco