• Sei il visitatore n° 182.768.981
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 24 novembre 2022 alle 08:56

Lecco: cantieri aperti in città, gli aggiornamenti dell'assessore. Contenzioso per il lungolago

Il lungolago
Dal lungolago al Bione, dalle scuole ai quartieri: l’assessore Maria Sacchi durante la commissione prima ha presentato una carrellata sui cantieri aperti in città per fare il punto della situazione. Primo aggiornamento dato è quello sul contributo ministeriale di 430mila euro per la progettazione del lungolago che il Comune di Lecco avrebbe perso per una mancata comunicazione o una comunicazione errata tra enti: “Abbiamo proceduto col contraddittorio con il Ministero dell’Interno il quale ci ha comunicato che risulta che la nostra comunicazione è mancante della firma del responsabile tecnico. A noi invece risulta che i documenti sono firmati da entrambi i dirigenti competenti, quindi il segretario generale ha dato disposizione a procedere con un ricorso legale”.
Intanto il lungolago è ancora in fase di progettazione, in particolare si sta definendo l’integrazione del primo contratto con lo studio Viganò e la stipula per la progettazione nell’ambito delle proposte del Pnrr.
Non molto soddisfatti i consiglieri di minoranza: “Sono passati mesi dall’ultima volta che ne abbiamo parlato in commissione e quasi due anni da quando avete sbandierato di aver messo i soldi, ma che cosa è stato fatto? - ha chiesto il leghista Andrea Corti - È tempo di tirare i remi in barca e intervenire, almeno sul porfido”. Anche Peppino Ciresa ha definito quella della pavimentazione “una situazione pesante”: “Sembra di essere sulle montagne russe, vedo gente cadere inciampando sui cubetti di porfido. Bisogna dare un’accelerata a questo progetto perché la città lo aspetta”.
“Se ne parla da tanto ma il progetto sta seguendo il suo iter - ha replicato Sacchi - il 4 dicembre 2020 è stato nominato il vincitore, il 25 marzo 2021 è stato presentato il progetto fattibilità tecnico-economica e sono emerse lacune che hanno portato alla attuale ridefinizione del contratto. Rispetteremo il termine di affidamento dei lavori previsto per fine luglio 2023 come richiesto anche dal Pnrr”.

Per quanto riguarda gli altri cantieri è stata completata la riqualificazione e la messa in sicurezza dei tombotti sul Gerenzone e sul Caldone; non sono arrivate candidature per il restauro del muro di cinta del portale di ingresso del muro del cimitero di Acquate, si è quindi proceduto con l’individuazione diretta del soggetto e i lavori inizieranno all’inizio di dicembre.
È stata già affidata la commessa per l’efficientemento energetico della scuola di Santo Stefano e l’azienda è in fase di approvvigionamento dei materiali, mentre si sta già procedendo con la sostituzione della lampade a neon con i led; la sostituzione degli infissi al nido Arca di Noè è prevista nelle prossime festività natalizie; è stato risolto nel mese di ottobre il problema all’impianto idrico alla primaria Oberdan. È stata completata la rimozione dell’amianto al centro sociale Pertini di Germanedo, che resta comunque chiuso fino alla prossima primavera per permettere la manutenzione dei bagni, l’intonacatura e altri interventi di manutenzione straordinaria che si sono resi necessari.

I magazzini della Piccola
Per i magazzini della ex Piccola è in corso la fase di contraddittorio con la società che si occupa della validazione del progetto ed entro la fine dell’anno verrà indetta la gara per l’affidamento dei lavori. Per Villa Manzoni si attende la conferenza dei servizi per i lotti 1 e 2. Per quanto riguarda il Teatro della società, è in fase di collaudo il lotto 1 ed è stato dato l’incarico di redigere il progetto definitivo del lotto 2 che sarà pronto alla fine di novembre.
Sono terminati i lavori alle aree esterne del Bertacchi, è in programma una riunione con l’assessore Emanuele Torri e i dirigenti scolastici per definire le regole di utilizzo degli spazi. Sono state aperte le aree fitness di Pescarenico e del Bione e lunedì prossimo inizieranno i lavori a Germanedo del Play ground e dureranno tre mesi. Passando al centro sportivo del Bione saranno affidati entro la fine dell’anno i lavori per l’illuminazione della pista di atletica e il cantiere durerà 114 giorni; per il rettilineo indoor i lavori sono in corso e richiedono 210 giorni; per il rifacimento dello spogliatoio del campo 1 è previsto l’inizio lavori nel 2023; è in corso la progettazione esecutiva e definitiva per l’adeguamento del palazzetto per il campionato della Picco. I lavori di mitigazione del rischio sul San Martino sono in corso e la posa della rete paramassi richiederà 300 giorni. Inizieranno a dicembre le campionature delle statue all’ingresso di Villa Gomez in vista del restauro.

Nuovamente critiche dall’opposizione più nel metodo che nel merito: “Le commissioni devono essere un momento lineare e trasparente, non mettere tutto insieme facendo delle carrellate” ha detto Corrado Valsecchi (Appello per Lecco). “Questa commissione, una delle più importanti, salta degli appuntamenti periodici, invece andrebbe convocata regolarmente per aggiornare i consiglieri sui temi” ha aggiunto Giacomo Zamperini (Fratelli d’Italia). Anche Paolo Galli di Ambientalmente ha suggerito di discutere i temi in commissione “raggruppandoli per capitoli”.
Osservazioni rispedite al mittente dal presidente dalla commissione Alberto Anghileri che ha chiarito che “la commissione viene convocata regolarmente”, mentre l’assessore Sacchi ha ricordato che “in commissione sono sempre stati condivisi tutti i progetti definitivi”.
M.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco